LaRedoute

Tanaliberatutte #18

Non siamo come le nostre mamme.
Non sto dicendo che siamo meglio o peggio. Dico che siamo diverse. E lo siamo in virtù della loro esperienza.
Parliamo proprio di questo nel #Tanaliberatutte della settimana.

tanaliberatutte

Siamo mamme con tante paranoie, con tante ansie aggiuntive. Siamo mamme più attente, che si mettono in discussione. Siamo mamme poco pratiche, che riescono a perdersi in un bicchier d’acqua. Siamo mamme che giocano. Siamo mamme che riescono a fare un passo indietro. Siamo mamme che non danno nulla per scontato, nemmeno il nostro istinto, siamo mamme disorientate. E forse lo erano anche loro. Ma sicuramente non avevano tanta scelta, se non quella di farsi vedere forti, perfette, indistruttibili. Noi possiamo invece scegliere di essere diversamente.
E le nostre figlie, a loro volta, saranno mamme ancora più diverse.

Il modello di mia madre influenza il mio essere mamma oggi: ogni volta che mi ritrovo in una circostanza in cui non so cosa fare, spesso mi chiedo: “Lei come avrebbe fatto?” e questo mi aiuta a capire cosa fare o cosa NON fare.
Mi è capitato anche ultimamente.

Siamo tanto diverse da loro. Ma siamo al contempo anche tanto simili. E lo si vede dalle piccole sfumature, da quello che riusciamo a dire quando abbassiamo le difese.

Mi rivedo in molte espressioni di mia mamma: “Le 10 espressioni che diceva mia mamma e che…“. Mi rivedo molto nel suo modo di fare, quando accarezzo la fronte dei bimbi quando hanno la febbre, quando dico loro di pensare con la propria testa…
“Le 10 cose che mi fanno pensare di essere (quasi) come mia madre”.

Ci sorprendiamo a dire cose che non avremmo mai voluto ripetere e scopriamo che alla fine siamo molto simili: “La manipolazione matriarcale“.

Ma possiamo scegliere, sì: possiamo scegliere se fare esattamente come le nostre mamme (“Oddio sto diventando come mia madre“). oppure possiamo scegliere di morderci la lingua e non farlo, violentando la nostra natura, in effetti: “Te l’avevo detto io“.

In ogni caso, lo sappiamo, lo sappiamo benissimo: “Mamma ha sempre ragione o mother knows best“.

Tanaliberatutte #18

Se ti va di partecipare alla rassegna settimanale, che ospito qui sul mio blog, con un approfondimento, un punto da cui ripartire, un post attinente alla tematica, un “outing” su ciò che si è provato a fare per diventare supermamme e che poi abbiamo abbandonato per amor di salute, per cercare di fare il punto della situazione e oltre sulle mamme blogger, se hai un suggerimento per capire come evolverci, basta che mi mandi link segnalati con l’hashtag #Tanaliberatutte.
Sarà mia cura inserire il tuo contributo nella prossima rassegna, ti aspetto!

Da dove tutto è partito: #Tanaliberatutte

Rassegne precedenti:

Previous Post Next Post

You Might Also Like

desigual

3 Comments

  • Reply Beat 14 febbraio 2016 at 23:34

    Già…quante volte la ritrovo in me, quante volte me la prendo per essere troppo/troppo poco come lei. Quante volte mi sono sentita dire, proprio da lei, che “quando tu eri piccola non ci facevamo tutti questi problemi”, quante volte ha sospirato pensando a come sono più in grado di saper essere mamma ma anche gestire la mia vita di donna, rispetto a lei…vuoi o non vuoi il confronto è dietro l’angolo. Da una parte è un bene, dall’altra forse no, non so. Comunque la ringrazio sempre e so per quanto versi vorrei avere almeno metà della sua forza…

  • Reply E' arrivata la prova costume - Italia con i bimbi 3 giugno 2016 at 9:38

    […] allora sarà davvero #Tanaliberatutte come si intitola la rassegna settimanale di Micaela del blog Le M Cronache per fare outing sul nostro fallimento come […]

  • Reply C'era una MammaDi Mamme e di diete | 3 giugno 2016 at 13:10

    […] Questo post partecipa alla rassegna del #Tanaliberatutte questa settimana  Micaela del blog Le M Cronache ! […]

  • Leave a Reply