LaRedoute

The Marvelous Mrs Maisel

Migliore serie televisiva brillante, migliore attrice protagonista in una serie televisiva brillante, questi premi, senza considerare poi tutte le nominations ai Golden Globes 2018, significheranno qualcosa per “The Marvelous Mrs Maisel”, o no?

Per questo ho deciso di guardarla, su Amazon Prime Video.
E, ragazzi, quanto ho fatto bene! Ma quanto ho fatto bene!

The Marvelous Mirs Maisel: il riscatto della donna alla fine degli anni ’50

Divertente, ironica, intelligente, leggera, ma anche profondamente seria. Tutto questo e molto di più sta dentro questa serie.

L’ambientazione è la New York della fine degli anni ’50. Miriam è una giovane donna con una vita più che ordinata e programmata, sembra essere tutto perfetto: una bella casa nell’Upper West Side della città, un guardaroba da urlo, una bella famiglia, un marito che adora.
Il marito, per l’appunto, ha come hobby, quello di esibirsi in un localino di cabaret in piccoli numeri comici, nemmeno scritti del tutto da lui. Lei lo segue e lo incita a continuare, con un taccuino appunta tutte le risate che il marito riesce a suscitare, le battute migliori e le idee per i prossimi monologhi… ma lui è decisamente mediocre, c’è da dirlo!

Poi un giorno i due si lasciano, perchè, come nel più banale dei cliché, lui la tradisce con la sua segretaria, una donnicciola insulsa e di indole insignificante, ovviamente scompare se confrontata con la sfrontatezza, a bellezza, l’intelligenza e l’arte oratoria di Miriam.

Lei sotto i riflettori

Infatti è proprio questo suo spirito, questo suo modo di creare osservazioni sagaci e ficcanti, questo suo modo di ridicolizzare anche la situazione più seria, che mette Miriam proprio sotto i riflettori.

E da lì, lei finalmente fa vedere ciò che è realmente. Non è solo una madre, una moglie, come la società di quel momento la voleva esattamente, lei è molto di più, anzi, lei è anche molto altro.
Il ruolo in cui era intrappolata, quello di una donna dell’alta borghesia, che ha la vita piuttosto semplice e il capriccio facile, non le dispiace del tutto, ma nemmeno la soddisfa. Lei vuole realizzarsi, vuole lavorare (che stranezza, eh?!), vuole uscire la sera fino a tardi, vuole frequentare persone interessanti da cui imparare, vuole migliorarsi. E non ha paura, non teme nulla. Il suo essere sfrontata la tira fuori da diverse situazioni difficili.

Lei come autrice comica e come front woman, non è rivoluzionario?

Essere su un palcoscenico, vestita e addirittura a parlare, per una donna a quell’epoca (e in alcuni casi, forse ancora oggi), era qualcosa di davvero fuori da ogni schema. Se poi, quella donna era anche capace di dire cose sensate, ironiche e che facciano davvero ridere, all’ora era davvero del tutto straordinario.
Miriam porta sul palcoscenico la sua vita, le sue osservazioni, le sue esperienze concrete rendendole del tutto accattivanti e divertenti. Parla del tradimento di suo marito, del suo ruolo di madre e di tutto ciò che le ruota attorno. Ed il pubblico ride, chiede di più, vuole sapere di più su di lei.

Una serie di 8 episodi che filano lisci come l’olio, che intrattengono e divertono e che vi faranno innamorare di lei, la bellissima e divertentissima Miriam Meisel!

Grandi novità per la seconda stagione

Buone, anzi, ottime notizie: è in lavorazione la seconda stagione della serie The Marvelous Mrs Maisel, che, pare, sarà ambientata a Parigi (direi che è la città perfetta per il personaggio!).
Secondo indiscrezioni, un nuovo personaggio sarà presente nella seconda stagione e sarà Lauren Graham, la Lorelai Gilmore de telefilm “Una mamma per amica”.
Si da il caso, infatti, che il creatore di entrambe le serie, sia sempre Amy Sherman Palladino… insomma, il cerchio si chiude e la mia curiosità aumenta!
Dovremmo aspettare almeno fino alla fine del 2018 per vedere i primi episodi della serie ed io non vedo l’ora!

Forse potrebbe anche interessarti:

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply