LaRedoute

Torta senza burro e senza olio

Va tanto di moda dire quello che si toglie da una ricetta e non quello che si mette: biscotti senza burro, latte senza lattosio, fritto senza olio, panettone senza canditi, e così via.

Certo, fare attenzione all’alimentazione è un nostro obbligo, soprattutto per quello che riguarda ciò che mangiano i nostri figli: durante la fase di crescita del bambino si delineano quelle che poi diventeranno le sue abitudini alimentari e gli eventuali squilibri che si innescano ora, potrebbero avere gravi riscontri in futuro.
Detto questo, che forse è l’unica cosa sensata che so in materia, passo a darvi un paio di dritte per preparare delle torte adatte alla colazione o ad una merenda in compagnia, evitando di sovraccaricarle di grassi.

Torta senza burro e senza olio

Ho sperimentato più e più volte dolci evitando di mettere burro e olio, ho anche provato la famosa torta all’acqua, ma non mi ha affatto soddisfatto, c’è poco da fare, sarà che sono esigente, ma proprio le parole “acqua” e “torta” sono un controsenso per me, quindi si annullano l’una con l’altra, dando vita ad un ossimoro.

In realtà, da tempo preparo ciambelloni e torte senza burro e senza olio, sostituendo questi ingredienti con della ricotta, preferibilmente di mucca (più leggera e magra).
Il risultato è davvero ottimo: il dolce è soffice, profumato e il gusto non è alterato, anzi: gli ingredienti scelti per aromatizzare sono decisamente più esaltati, trovo che olio e burro tendono a coprire e sopraffare alcuni sapori, invece, in questo modo, non si corre il rischio di avere torte che “sanno di poco”.

Per le dosi, la faccio semplice: per una torta che si prepara con 3 uova, al posto di olio o di burro, aggiungo 250g di ricotta nell’impasto.

Vi faccio un esempio (tra l’altro, è anche molto facile da memorizzarne i quantitativi) di una torta senza burro e senza olio “tipo”.

torta senza burro senza olio

Ingredienti per una torta senza burro e senza olio

  • 250g di farina
  • 250g di zucchero
  • 250g di ricotta
  • 1 bustina di lievito
  • 1 pizzico di sale
  • 3 uova

E il procedimento è sempre identico: si sbattono le uova con lo zucchero, si incorpora quindi la ricotta, si setaccia farina con lievito e sale e si aggiunge al composto delle uova. Una volta che il tutto è ben amalgamato, si versa in una teglia imburrata e si inforna in forno già caldo a 180° per circa 25 minuti (fate sempre la prova stecchino, non si sa mai!).

Qualche suggerimento in più

Allora, se vi piace avere una torta più soffice e anche leggermente più umida, allora aumentate la dose di ricotta, potete arrivare anche a mettere 350g di ricotta. A me piace di più.

Si può sostituire una parte della dose della farina con del cacao amaro, ma tenete presente che il cacao assorbe molto più umido della normale farina, quindi se non volete che si asciughi troppo il composto, aggiungete un goccio di latte, oppure aumentate il quantitativo di ricotta. Normalmente, quando voglio usare il cacao amaro in polvere, ne metto 100g e poi aggiungo altri 100g di farina. Così non si asciuga tantissimo e aggiusto con del latte nel composto.

Ci si può sbizzarrire utilizzando l’impasto base per fare qualsiasi torta: si possono aggiungere mele e cannella, oppure pezzi di cioccolata fondente, o anche fragole, o noci, e via così. Nulla cambia nei principi base.
Alla fine, una bella spolverata di zucchero a velo aiuterà a rendere la torta ancora più bella e invitante.

Altro piccolo accorgimento: il forno. Non usate la modalità statica, ho notato che tende ad asciugare troppo l’impasto rendendo troppo “secco” il dolce. Quindi fate attenzione.

Qui sul blog spesso ho utilizzato questo impasto base ed ho realizzato tante ricettine di torte, le più buone le ho raccolte in un librettino scaricabile, in modo da averle sempre a disposizione.

E ora, vado che è quasi ora di merenda…

Forse potrebbe anche interessarti:

Previous Post Next Post

You Might Also Like

desigual

2 Comments

  • Reply Arianna 8 febbraio 2017 at 22:27

    E una ricetta per una torta senza zucchero e senza miele sai darmela? Perché io ho fatto qualche prova ma non ho ottenuto nulla di mangiabile! Questo diabete gestazionale mi sta facendo impazzire…meno male che manca ormai poco al parto e dopo o in teoria potrò tornare a mangiare anche gli zuccheri semplici…

    • Reply Micaela 9 febbraio 2017 at 11:05

      A dire la verità non ci ho mai provato… potrebbe anche essere impossibile riuscire a fare un dolce senza zucchero…
      In realtà, farebbe comodo anche a me questa informazione.

    Leave a Reply