Agente speciale Ruby: la storia vera di una grande amicizia

Last Updated on 21 Marzo 2022 by Micaela

Il film “Agente speciale Ruby” racconta la storia di una cagnolina vivacissima e del suo rapporto simbiotico con i nuovo padrone Daniel, altrettanto vivace ed ex bambino “problematico”.

Agente speciale Ruby: quando si ha un diverso modo di apprendere

Il sogno di Daniel è quello di entrare effettivo nel reparto di polizia cinofila del suo paese. Ogni anno, però, la sua domanda viene respinta per vari apparenti motivi. In seguito si scopre che il motivo è soltanto uno: Daniel non è capace di stare calmo, fermo, concentrato e di riflettere con pazienza.
Nel corso della storia si capisce infatti che Daniel ha un trascorso scolastico difficoltoso proprio per i suoi problemi di apprendimento, cosa che gli viene sì diagnosticata, ma di cui nessuno se ne riesce a fare carico adeguatamente: genitori, insegnanti, educatori. Così il ragazzo cresce barcamenandosi con tanta buona volontà, ma con scarsi risultati. Per lui diventa un’impresa titanica anche solo leggere un manuale di istruzioni.
La sua fortuna è di avere accanto una donna capace di capire le sue diverse esigenze e di trovare la chiave giusta per aiutarlo.

Cambiare strategia è la chiave di svolta

Il punto non è perseverare seguendo metodi che funzionano con tutti gli altri. In quel modo, si fa sentire inadeguato chi non riesce ad ottenere gli stessi risultati degli altri. La reale soluzione è quella di trovare una strategia alternativa e realmente efficace.

La cosa risulta evidente quando in casa loro arriva Ruby, una cagnolina vivacissima e molto disubbidiente. La storia di Ruby è costellata di abbandoni. Per la sua indole scapestrata, Ruby viene puntualmente riportata al canile dopo solo un paio di giorni di convivenza in una qualsiasi famiglia.
Una volta arrivata a casa di Daniel, però, trova il suo posto. Con molta pazienza e costanza, entrambi si conoscono e trovano il modo di capirsi senza seguire metodi convenzionali che normalmente funzionano con altri cani.

L’obiettivo di Daniel è di dimostrare di essere capace di entrare nella sezione cinofili con Ruby, nonostante entrambi non siano l’emblema del rigore e della tradizione. E proprio questo loro modo di essere così unici fa di loro esseri speciali e con una marcia in più.

E’ una storia vera

La storia è tratta da eventi reali: esistono davvero Daniel e Ruby, insieme alla loro famiglia. Esistono davvero i problemi affrontati dai due e superati nelle modalità descritte e raccontate in maniera delicata e precisa nel film.

Film adatto a tutta la famiglia

Agente speciale Ruby è un film molto carino, adatto a tutti, con uno dei volti che più piace ai bambini (Grant Gustin alias Flash è il nostro Daniel). La storia trasmette allegria e motivazione ad andare avanti a superare le difficoltà che a volte sembrano insormontabili: la soluzione è cambiare prospettiva.

E non perdetevi le scene dei titoli di coda, dove si vedono non solo le immagini dei veri Daniel e Ruby, ma le “papere” del film, soprattutto quelle per far recitare il cane e il bambino figlio di Daniel. Sono esilaranti!

Agente speciale Ruby lo trovate su Netflix.

Forse potrebbe anche interessarti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *