Biocosmesi: capiamoci qualcosa #LeBeautyCronache

Ultimo aggiornamento:

Ciao a tutte!
Oggi vorrei parlare di un argomento non diffusissimo ancora: la “bio cosmesi”.
Come avete notato, negli ultimi articoli ho cominciato ad introdurre prodotti biologici che ho voluto provare prima di approfondire il tema. E allora eccoci qui!
Mi sono chiesta: “Ma che vuol dire biologico?“,”C’è differenza con i prodotti tradizionali?“, “Quanto costa?

biocosmesi-lebeautycronache

Biocosmesi: cosmetici biologici

Ho conosciuto la Bioprofumeria “COSMOPASSION“.

biocosmesi
Mi sono informata, sto testando i prodotti e valuterò efficacia e risultati.

Penso sia utile parlarvi di cosa penso veramente.

Biocosmesi per i bambini

Tra i prodotti che sto testando ci sono sia campioni allettanti per noi donne, ma anche prodotti per bambini!

In questi giorni sto provando:

  • rossetto LIPSTICK
  • fondotinta SUBLIME della Purobio Cosmetics
  • primer viso della Neve Cosmetics
  • prodotti per capelli di BIOFFICINA TOSCANA
  • prodotti per il corpo e capelli bimbi di LaSaponaria!

Per le amanti degli ambienti profumati naturali, una candelina dall’odore delicatissimo di HEART&HOME.

Infine, una novità in materia di smalti…ma per questo farò una recensione DETTAGLIATISSIMA!

Cercherò di rispondere brevemente ad alcune domande che ho fatto io stessa agli esperti del settore e dirvi la mia  se può esservi utile, perché ho scoperto un mondo nuovo.

Il motto di oggi è quindi “Conoscere per poter scegliere!”

Biocosmesi: proviamo a capirci qualcosa di più

Cosa significa Biologico?

“La cosmesi è eco (ecologica) in quanto l’esclusione di derivati del petrolio e di sostanze chimiche va a beneficio dell’ambiente, ed è bio (biologica), in quanto le sostanze, oltre che essere naturali, provengono da colture biologiche: sono coltivate senza pesticidi o sostanze tossiche”.

Le premesse mi sembrano buone no? In effetti da quando ho cominciato ad appassionarmi al mondo beauty e makeup ho cominciato pure a comprare molti prodotti  (sono una beauty addicted se ancora non lo avete capito!) e non potendo permettermi DIOR, CHANEL, MAC e quant’altro mi sono sempre rivolta a marche economiche. Anche se non sono un’integralista del biologico (sia chiaro), mi chiedo se mettere sulla faccia cose che “non controllo” sia positivo o no…francamente non so dare una risposta a questa domanda perché le opinioni sono molto contrastanti. Quello che posso dirvi, sulla base della mia esperienza, è che fino ad ora non ho avuto problemi di brufoli o allergie al viso, ma agli occhi si e spesso ho dovuto cambiare soprattutto gli ombretti perché mi lacrimavano (mi riferisco soprattutto ad ombretti polverosi, che oltre  dare problemi di fall out mi facevano lacrimare gli occhi). Non ricordo le marche perché li avevo già eliminati prima di cominciare questa rubrica, sorry.

Quello che penso però è: se un prodotto ha un INCI “biologico” sicuramente farà meno male di uno con INCI “chimico”, no?

k715ldqj5ji-rodion-kutsaev

Cosa significa INCI?

Semplicemente è la lista degli ingredienti. Quando vado a fare la spesa la controllo sempre, soprattutto per i bambini, e allora perché non farlo anche per i prodotti cosmetici? Ho imparato che più è corta è meglio è…non lo notate anche voi?
Lo stesso vale per trucchi e creme, solo che forse è più complicata perché, mentre capiamo tutti l’etichetta di uno yogurt (In italiano e con tre ingredienti quando la lista è corta), difficile è capire una cosa del tipo…

AQUA (e vabbeh! Fino a qua ci arrivo)

CANNABIS SATIVA SEED EXTRACT (EH??????)

OLEA EUROPEA FRUIT OIL (Cioè? Mi stai dicendo che è olio di oliva???)

BUTYROSPERMUM PARKII BUTTER (Ma che ci vuole a scrivere Burro di Karite????)

HYDROGENATED CASTOR OIL (OLIO DI RICINOOOOO!)

PARFUM (ce la posso fare!)

Forse ci vuole un po’ di esercizio, ma questo elenco “alieno” deriva comunque dalle regole che devono essere rispettate quando si indica l’INCI.

Da tenere a mente due regole semplici: i prodotti in cima sono quelle con maggiore quantità nel prodotto, quelli in fondo con meno quantità e questo ci aiuta capire quanta componente chimica c’è. Poi in latino sono indicati gli estratti vegetali, mentre in inglese i componenti chimici.
Ognuna di noi dovrà capire ovviamente se ci sono estratti vegetali a cui siamo allergiche, ma basta imparare quello e siamo a posto.

Un’app per capire se un prodotto è veramente biologico

Siccome però non siamo tutte laureate in biologia, vi consiglio un’app carina e semplice da usare: “E’ verde?“.
Con quest’app potete cercare il prodotto o l’ingrediente e capire quanto è, appunto, verde e cioè di origine naturale (vegetale o anche animale. Occhio che biologico non vuol dire necessariamente vegano, ci sono delle etichette e/o certificazioni specifiche per questo, e di solito molto evidenti).

Per esempio osserviamo questo INCI:

inci-biologico

Biocosmesi: quanto costa?

Care, c’è talmente tanto da dire che potrei andare avanti per ore, ma chiudo per oggi col capitolo costi, tanto dovrò recensire tanti prodotti e se avete domande fatele pure nel blog, su facebook e via mail a lemcronache@gmail.com, così nei prossimi articoli cercherò di inserire tutte le informazioni che vorrete.

Dicevamo…money?
Al supermercato il reparto di alimenti biologici è caro (ammettiamolo!) e nella cosmesi?

Beh, ho una buona notizia!
Nella cosmesi bio, le fasce di prezzo sono esattamente identiche a quelle del mercato tradizionale. Ci sono marche low cost, ma di qualità eccellente come PuroBio, Neve Cosmetics, Alkemilla e prodotti più cari come Coleur Caramel. Quindi non abbiamo che l’imbarazzo della scelta!
Approfondirò gli argomenti, ma molte case sono ITALIANE (Puro Bio per esempio è pugliese) e quindi aiutiamo anche la nostra economia no?

Ci vediamo presto con tutte le novità, dettagli sui prodotti, dove trovarli e come acquistarli…come si dice “Stay tuned”!

Besos!

Vally
– Le Beauty Cronache

Se hai domande, curiosità, se vuoi sentire il parere della mamma esperta di makeup, Valentina, scrivi a micaela_l77@yahoo.it e girerò le questioni a Vally che sarà felice di rispondere a tutte!

Forse potrebbe anche interessarti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *