Come si scopre un nodulo al seno?

Ultimo aggiornamento:

Tagliando fatto la settimana scorsa dalla mia fedelissima gine V., un genio in materia, che mi ha spesso e volentieri raccolto con il cucchiaino, mi ha sempre infuso fiducia in me stessa, nelle mie potenzialità, insomma, più un’analista che una gine… ma tant’è.

Annualmente (o almeno, questa è la frequenza che cerco di mantenere), mi sottopongo ad un controllo completo da lei.
E all’ultimo occasione, ne ho approfittato per porgerle qualche domanda di chiarimento, dato che non ne so molto in materia di noduli al seno e simili.

Come si scopre un nodulo al seno?

Sarà che mi sono spaventata in seguito ad un evento davvero spiacevole che ha colto una mia amica, giovanissima e mamma di due bimbi che, dopo la seconda gravidanza, ha scoperto di avere un brutto male al seno, ho chiesto alla mia gine come si fa a capire se ci sono noduli e cose varie.

decollete-1688448_960_720

Come si fa la corretta auto-palpazione del seno per scoprire noduli?

Queste sono le istruzioni, preziosissime, della mia ginecologa.
Le scrivo qui per farne tesoro io, per prima, e perchè mi fa piacere condividere con qualcuna che ne avesse bisogno e che è totalmente ignorante in materia come me.

  • bisogna palparsi in un periodo lontano dal ciclo, preferibilmente quando è appena terminato: si potrebbero avere dei falsi allarmi nel periodo delle mestruazioni e prendere grandi abbagli
  • bisogna sdraiarsi, si mette un braccio sotto la testa e con l’altra mano a mo’ di paletta si deve tastare il seno corrispondente al lato del braccio alzato, con movimenti rotatori (senso orario)
  • se c’è un nodulo, lo si sente e non lo si può confondere con nient’altro, perchè si ha la sensazione che si tratti come di un sassolino, lo si capisce perchè interrompe la consistenza “naturale” del seno

Ecco fatto.

E’ quindi importante fare un minimo di autodiagnosi, periodicamente, da sole.
E’ ancora più importante fare controlli periodici dal medico.
Donne… FACCIAMOLO!

Non finirò mai di dire che: è importante.
Quando è stata l’ultima volta che sei andata a fare un controllo?

2 commenti

  1. Basta poco per prendersi cura di sè…ottimo pro-memoria!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *