Di esercizi di concentrazione e manualità: il telaio per bambini

Ultimo aggiornamento:

No, non sono io che mi diletto a fare maglia, uncinetto e robine varie, ho detto più volte che la mia manualità è pari a quella di uno gnu che gioca a shangai!
Qui voglio parlare adesso di Miriam e della sua passione per la maglia ed il suo adorato telaio.

Esercizi di concentrazione: telaio per bambini

Grazie a questo corso, che ha scoperto lei stessa tenersi a scuola nel pomeriggio dopo l’orario delle lezioni, non soltanto le si è aperto un mondo, ma va a scuola anche più volentieri e motivata.
A questo corso partecipano le bimbe anche delle classi più grandi e lei si sente più considerata, si è integrata anche meglio: la mattina, prima di entrare a scuola, saluta le sue amichette compagne di telaio e dà loro appuntamento al pomeriggio, trovo che sia una cosa veramente carina questa.

Insomma, dicevo, voglio parlare di questa sua passione per il telaio.
Da quando ha iniziato questa attività è molto più concentrata e riflessiva.
Ha voluto comperare anche il suo personale telaio di legno, che tira fuori appena le è possibile in casa, anche di sabato mattina alle 8.00

Le piace talmente tanto, che ormai lo utilizzo come arma di scambio: “Se ti sbrighi a finire i compiti, riesci a giocare con il telaio prima di cena!”
E lei mette il turbo e si ingegna per poter fare entrambe le cose.
E poi è innamorata della sua adorata Giovanna, la sua insegnante di telaio, che altro non è che la signora custode della scuola, una donna tuttofare che passa dal suonare la campanella, al distribuire abbracci, coccole e parole di incoraggiamento all’entrata a scuola, dai rimedi naturali in caso di mal di pancia e stanchezza, a tutte le comunicazioni da sapere riguardo riunioni e incontri con le insegnanti.
Insomma, Giovanna è la colonna portante della scuola… in barba a tante maestre che molto spesso, in certe occasioni, non sanno nemmeno che pesci prendere!
Quindi, oltre alla passione per i cavalli, Miriam ha scoperto questo altro suo lato di sè, e le piace, le piace da matti.
Ha realizzato un sacco di lavoretti carini, ma veramente carini che io non saprei nemmeno da dove cominciare!
E niente, il processo di superamento delle abilità della mamma sono state di gran lunga superate, direi che Miriam mi ha proprio doppiato alla grande.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *