Le mie Macchiaiole

Ultimo aggiornamento:

I Macchiaioli (fonte Wikipedia): “Il termine venne coniato (…) in senso dispregiativo” e poi “l’immagine del vero è un contrasto di macchie di colore e di chiaroscuro”.
Bene. Detto questo, contestualizziamo le nuove Macchiaiole: seguendo il suggerimento dei colori allo yogurt dato da un papà davvero ingamba, l’altro pomeriggio ci siamo dilettate a pitturare fogli, tavolo, sedie, pavimento… e pareti… e mobili… e vestiti e faccia e capelli… e tutto il resto! La tecnica è molto semplice e al tempo stesso complicatissima: si utilizzano sia le mani, che le braccia, che qualsiasi altro utensile utile a raggiungere lo scopo (cucchiaino, tubetto di colla, etc…). Se si da poi qualche leccata alla mano prima di pennellare e colorare allora il risultato è ancora meglio.
Il frutto di questi primi esperimenti, eccolo qua.




Anche il ciuccio non è passato indenne

 




passiamo alla sedia

 



Gnam gnam… sti colori non sono male affatto!

 


Tela a 4 mani

 

10 commenti

  1. Ma che bello! Insomma sono piaciute sia l’idea che…lo yogurt 🙂

  2. Fantastica idea questa dei colori allo yougurt!
    Chissà se riuscirò a trovarli anche qui nella mia città di provincia?

  3. Ehmm! forse non si trovano in vendita?
    Sigh ho bisogno di spiegazioniiiiiii

  4. Serè, che te possino: prendi un vasetto di yogurt e ci aggiungi del colorante per fare i dolci che trovi in tutti i supermercati… e ti sbizzarrisci pure a mescolare i diversi colori.

  5. Ho solo successivamente intuito che nella mia richiesta iniziale ci fosse qualcosa che non andava……cmq l’idea è carina e molto facile da realizzare, la proporrò anche alla amiche!
    p.s. so’ dura come una pignaaaaaaaaaaaaa 😉

  6. Sere, non sei una pigna… è che è lunedì pure per te dai!

  7. ma sono magnifiche!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  8. voglio i diritti d’autore dalla Yomo! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *