Stasera cucina lui: pasta alla carbonara

Ultimo aggiornamento:

Ieri sera avevo voglia di qualcosa di davvero buono e ipercalorico, sarà stata la stanchezza, la mancanza di energie… la primavera… non so, ma avevo una fame abominevole, più del solito! Incredibile, eh!? Lo so.
Lo scorso finesettimana siamo stati al paesino di montagna dove trascorriamo in genere le vacanze estive, ci siamo concessi una passeggiata da quelle parti e, ovviamente, la puntatina alla solita salumeria di prodotti tipici e stra-casarecci è stata d’obbligo!
Marco ha deciso quindi di prendere anche del guanciale, perchè mi ha promesso di cucinare una di queste sere una carbonara come si deve. Del resto, si sa: se il guanciale non è di quello buono, la carbonara non sa di niente, quindi meglio non farla.
Da romano de Roma, adora questo piatto, è uno dei suoi preferiti e pure per me è lo stesso.
Insomma, la sera giusta per la pasta alla carbonara è arrivata!
WOW!

Eccolo all’opera tra i fornelli.

con tanto di ricettina stampata dalle sue belle manine

Come preparare la pasta alla carbonara

Ingredienti per 2 persone:
200 g di tortiglioni
2 cucchiai d’olio
70 g di guanciale (di quello buono, non di quello nelle vaschette del supermercato, eh!)
2 tuorli (considerate sempre un tuorlo a testa)
pecorino
pepe
sale

Procedimento:
Mettere a bollire l’acqua per la pasta. Non salarla troppo, perchè già il condimento è bello saporito.
Nel frattempo tagliare a cubetti il guanciale

Farlo rosolare in una padella con l’olio (non troppo) fino a che il grasso non diventa trasparente

Fare qualche battutina estemporanea, per ingannare l’attesa e per farsi due risate insieme… magari, stappare anche un bel vinello rosso e cominciare a sorseggiarlo.

E metterci tanto impegno…

In una ciotola, mettere solo i tuorli d’uovo (non staremo mica facendo una frittata, no?!), il pecorino (tanto) e una spolveratina di pepe.

 

E sbattere energicamente con la frusta di Hello Kitty (se non l’avete: PROCURATEVELA, è fondamentale per la perfetta riuscita della ricetta!)

Mentre la pasta cuoce, versare il guanciale rosolato (e raffreddato) nel composto delle uova e “frustare” ancora un po’. Si può anche saltare questo passaggio e versare direttamente la pasta scolata nella padella col guanciale e poi colarci sopra l’uovo sbattuto.

Scolare la pasta, non troppo, serve un minimo di acqua di cottura per la riuscita della cremina con l’uovo.

e versarla nella ciotola con le uova ed il guanciale. Mescolare bene. Aggiustare di pepe.
Meglio non mantecare la pasta col condimento, altrimenti si perde la consistenza della crema e si rischia di far diventare il tutto una frittata.

Impiattare e mangiare immediatamente, la pasta alla cabonara, quella vera, si mangia così! Diffidate dalle varianti!

Ottima!
Bravo, Amore mio!!!!

PS: ovviamente lo avevo messo al corrente che queste foto sarebbero andate a finire sul mio blog!

10 commenti

  1. No ma…lui con il frustino di Hello Kitty in mano è mitico!!! 🙂

  2. Ma che meraviglia!
    Complimenti allo chef!

  3. Un uomo da sposare! hihihihi 😛

  4. @regina87: non hai idea di quanto ho riso appena l’ho visto!

    @Slela: davvero complimenti!

    @Serena: INFATTI!

  5. Ecco, io non sapevo che la carbonara vera “da romano de roma” si fa con il pecorino!
    Bella sequenza preparativa, ringrazia anche Marco x la ricetta!:D

  6. @Mammadesign: il pecorino è FONDAMENTALE per la riuscita!
    Riferirò i ringraziamenti!

  7. GranDDDDIIIII!!! ottima proposta… aggiornerò appena possibile, grazie a lui per la partecipazione, ciao.

  8. @Max: grazie a te!!!!

  9. Sei proprio divertente! Se le bimbe hanno preso da te mi sa che tuo marito ne vedrà delle belle!

  10. @Roberta: ti ringrazio!!! Ma guarda che anche lui non è certo da meno, eh! :o)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *