Pazienza: come aumentarla

Ultimo aggiornamento:

Ultimamente sono molto irascibile.
Nervosa.
Stanca.
Affaticata.
Arrabbiata.
Sbotto e sbraito per ogni cosa.
Apatica.
Mi dà fastidio tutto, ma proprio tutto tutto.

Pazienza: come aumentarla?

Ormai, qualsiasi cosa succede, diventa la classica goccia che fa traboccare il vaso ed io esplodo come una bomba ad orologeria mandando per aria qualsiasi cosa io stia facendo, guai a starmi troppo vicino!
E non è bello.
Non è affatto bello.
Non mi sento più io, non sono più io, non mi sento una brava mamma, non ho pazienza e dolcezza. E’ come se le avessi del tutto esaurite. Ho dato fondo a tutta la scorta che avevo.
In realtà, l’esaurita sono IO!
E qui, partono i sensi di colpa, i rimorsi, ma è più forte di me, esplodo senza riuscire a controllarmi.

magnesio e benessere

Rimedio per la mancanza di pazienza: MAGNESIO!

Ok. E’ arrivata l’ora del MAGNESIO!
Sì, magnesio per aumentare la pazienza.
Nessun bagno caldo, nessun “stacca la spina”, che pure servono, eh!
Niente sedute psicoanalitiche, spiritiche, ayurvediche, zen o sabbietta da raschiare nella lettiera del gatto…

pazienza e magnesio

No, bastano delle semplicissime bustine di integratore di magnesio.

Integriamo la pazienza col magnesio

Prendo magnesio da diverso tempo ormai. Lo assumo quando sento la stanchezza prendere il sopravvento, quando mi accorgo che gli sbalzi di umore sono sempre più accentuati.
E funziona.
L’altro giorno è andato Marco in farmacia (perchè sa che ne va anche della sua vita!) ed ha chiesto, chissà con quale faccia contrita, speranzosa e spaventata del magnesio, tanto che la farmacista poi gli ha chiesto: “E’ per sua moglie, vero?”… ma perchè, solo noi diventiamo isteriche?! Ok, non lo voglio sapere…
rimango calma…
respiro…
e mi faccio una dose di magnesio, và!

Per tutti gli effetti che ha l’assunzione adeguata di magnesio sul nostro corpo, rimando ad un sito ben più serio
L’ho trovato illuminante e da qui ho avuto conferma che sicuramente è questo il mio problema.
Insomma, meglio vedere il bicchiere sempre mezzo pieno… ancor meglio se si tratta di magnesio!

magnesio

Effetto collaterale, che per me non è collaterale!

Ah, una cosa: attenzione all’unico effetto collaterale: il cagotto, se assunto in dosi eccessive per il proprio corpo.

Per il resto, rimane l’unica sostanza in grado di placare i miei istinti barbarici, quindi direi che funziona per aumentare la pazienza.

Quindi, ricapitolando: la mattina un bel bicchiere con magnesio e si affronta la giornata, la sera un bicchiere di vino rosso. E la pazienza, anche se non ritorna ai massimi previsti, per lo meno non ricade nel baratro dei minimi storici.

Così faccio io.
Così fanno le mie amiche. (Ho forse solo amiche esaurite!? Può darsi!).
Anzi… fu proprio un’amica a dirmi di fare così e non la ringrazierò mai abbastanza per questo!

Forse potrebbe interessarti anche:

10 commenti

  1. ma sai che pure io mi sento così ultimamente??? mi hai dato una buona idea, proverò col magnesio, spero faccia effetto anche su di me!

  2. uh dici che siamo irascibili per quello?? quasi quasi lo provo anch’io 😉

    1. ah, non lo so…
      Il fatto è che io mi sento diversa ultimamente, non sono mai stata così e il senso di stanchezza e esasperazione ha toccato i massimi storici, capisci?

  3. ebbrava che hai trovato subito il rimedio!!

    1. Speriamo di avere la costanza di assumerlo per un po’ e che l’effetto sia duraturo!
      Ma per ora, va bene.

  4. Ecco ciò che mi serve…e io che pensavo di essere pazza… 😉

    1. No, non sei pazza… e nel caso, allora, siamo in due!

  5. io senza i miei amici magnesio e ….matè sarei persa!!!! ti capisco benissimo ..e se mi permetti ti consiglio il matè una bevanda argentina energetica e senza controindicazioni….
    a me hanno aiutato e aiutano molto….. MAGNESIO I LOVE YOU!!!!!!!!!

    1. Questa mi manca… la proverò!

  6. Perché guardare Tredici in tredici punti | mummy in progress | maternità 2.0

    […] spazientire, bisogna ricordarsi di “maneggiarli con cura”. Fate uso di magnesio (cit. Le M Cronache). 11. Perché chiedere l’aiuto di uno specialista non deve essere un tabù. Lasciare i deliri […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *