Un libro per i bambini di Amatrice

Ultimo aggiornamento:

Una bella iniziativa, che mi va di appoggiare in toto: “Un libro per i bambini di Amatrice”, una raccolta organizzata dalla parrocchia di zona, che, tramite la scuola primaria che frequentano le mie bimbe, sta raccogliendo libri per bambini e ragazzi da mandare ad Amatrice.

Si può regalare un istante di serenità

Lo scopo di questa raccolta è di realizzare una biblioteca per i bambini e per i ragazzi delle zone coinvolte dai terremoti che si susseguono dallo scorso agosto e che continuano a minare la loro serenità quotidiana ancora oggi.

Lo scopo è di dare un attimo di spensieratezza a coloro che è stata negata.
Lo scopo è di farci sentire vicini: anche se il tempo passa, noi pensiamo a loro e vogliamo sentirci solidali e fare qualcosa di concreto per quelle famiglie che stanno tutt’oggi vivendo le conseguenze del cataclisma.
Lo scopo è di sensibilizzare i nostri figli, e noi genitori stessi, che molto spesso mancano le cose che diamo per scontate, in un attimo. Basta un battito di ciglia, e perdi tutto. Ma insieme possiamo fare qualcosa per far stare meglio gli altri. Magari quel qualcosa non gli cambia la vita, ma almeno, può aiutare a scaldare il loro animo e a farli sentire meno soli.

In questo “tutto” che viene perso, ci sono, oltre agli affetti più cari, anche i generi di prima necessità… ma anche i beni di intrattenimento: come giocattoli, libri, … che servono per crescere, per vivere, per andare avanti.

9c3tmxwqjq-jamie-taylor

Biblioteca per ragazzi ad Amatrice: una buona idea!

Ecco. I bambini della scuola primaria sono quindi invitati a portare da casa, anche usato (ma in ottimo stato), un libro di narrativa, o di scienza, o di avventura. Non libri scolastici, ma libri destinati ad una biblioteca per ragazzi.

Potevamo forse perdere questa occasione? Cosa c’è di meglio dell’unione di libri con bambini e solidarietà?
Penso nulla.

Spero che questo tipo di iniziativa sia sostenuta da molti, spero abbia successo e spero ce ne siano altre del genere.

Ah, per la cronaca, la parrocchia che si sta facendo promotrice della raccolta è questa, nel caso foste nei paraggi e foste interessati a saperne di più.

Forse potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *