Merenda salata a scuola

Merenda a scuola: idee veloci e non dolci

Ultimo aggiornamento:

Chi mi segue da un po’, sa che la mia Miriam ha la particolarità di godere di un ottimo appetito, ma non mangia assolutamente dolci (a parte rarissime eccezioni).
Oltre a questo, c’è da dire che è molto esigente in fatto di qualità del cibo.
Queste due componenti fanno sì che a scuola difficilmente mangi tutto e bene: soprattutto quando si tratta della merenda che viene data dalla scuola, che è quasi sempre dolce. Orrore!!!
I suoi periodi di digiuno, inizialmente, superavano diverse ore, il che aveva come conseguenza naturale una fame abominevole all’uscita da scuola, mal di testa e deconcentrazione.
Senza considerare il fatto che da quando l’andavo a riprendere fino all’ora di cena era un continuo mangiare qualsiasi cosa trovasse in giro.
Non si poteva continuare così. Insomma, dovevo risolvere in qualche modo.

E così, ho cominciato a farle portare la merenda da casa, e lei la consuma generalmente a metà mattinata.

Per una bambina che non mangia cioccolata, dolcetti, merendine, biscotti, torte fatte in casa (e nemmeno fuori!) all’inizio è stato difficile trovare buone idee per la merenda a scuola, a parte i soliti crackers, che nemmeno andavano del tutto bene.

Poi mi sono ingegnata.

Idea veloce e non dolce per la merenda a scuola: L’ABC della merenda Parmareggio

In 5 giorni di scuola, ecco come alterno la merenda a scuola.

Lunedì: il lunedì mattina è davvero un trauma, tendo a fare il minimo indispensabile. E’ qui che entra in gioco l’ABC della merenda Parmareggio che in 5 secondi netti, mi permette di sfilare il pratico pacchetto della merenda e di infilarlo nello zaino di Miriam.
In cosa consiste l’ABC della merenda Parmareggio?
Dentro il comodo formato è contenuto un piccolo succo di frutta, un pacchetto di grissini ed un pezzetto di parmigiano Parmareggio.
Direi che è la soluzione ideale, tutto ben organizzato e studiato per avere tutti i valori nutrizionali adatti per sostenere la mattinata di studio, sazia senza appesantire e si conserva anche fuori dal frigo per almeno 4 ore. Quindi è perfetto!

Martedì: un toast con prosciutto cotto

Mercoledì: 3 gallette di riso e 10 mandorle

Giovedì: tocchetti di pane e pomodoro, conditi con origano, olio e sale, con qualche scaglia di parmigiano

Venerdì: L’ABC della merenda Parmareggio di nuovo spunta felice dallo zaino di Miriam! Questo perchè il venerdì è già festa di per sè: il weekend è alle porte!

A volte, sostituisco qualche giornata con un contenitore con fragole e noci, oppure un panino al latte con del formaggio spalmabile e un paio di spicchi di finocchio.

E voi? Preparate la merenda salata per lo snack dei vostri figli a scuola?
Come vi regolate?

Buzzoole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *