La rivoluzione di BabyFoille: niente più sedere rosso!

Ultimo aggiornamento:

L’ho detto mille volte  che sono cintura nera di cambio pannolino e non mi stancherò mai di ripeterlo, sì, me ne faccio un vanto e quasi quasi, lo scrivo pure sul curriculum, tutto fa brodo.
Tutto questo per dire che, quando mi propongono di testare una pasta protettiva lenitiva per il cambio pannolino lo faccio ad occhi chiusi e molto, ma molto volentieri!

Test della nuova pasta protettiva per il cambio pannolino di Baby Foille

Ho da poco scoperto questo prodotto: BabyFoille.
Posso dire che fa miracoli? Sì, credo che posso tranquillamente dirlo.
Il mio piccolo Massimo soffre spesso e volentieri di culetto irritato, perché ha la pelle delicata lui (amoredimamma!) e quindi, prima che gli diventi viola come il sedere di un babbuino, devo correre in qualche modo ai ripari. In genere, non aspetto che arrivino i primi sintomi e le prime chiazze lievemente più rosee nella zona incriminata, quando diventa il sedere rosso, è già troppo tardi (normalmente), agisco, quindi per tempo, tempestivamente, perché sono astuta come una faina e rapida come una gazzella… io, altro che!
Almeno due volte al giorno (mattina e sera, prima di andare a letto, in modo che la pelle è più protetta dal film della crema per tutta la notte) , uso una pasta lenitiva contro gli arrossamenti da pannolino, ma non una qualunque. C’è tutto uno studio dietro: anni, anni e anni di tentativi, di prove, di dosaggi diversi, insomma… sono laureata in sederi arrossati, quindi, dall’alto della mia laurea, posso tranquillamente affermare che BabyFoille è ottima.

Efficacia e… comodità di impiego!

Ottima perché si stende facilmente e puoi stappare il tubetto con una sola mano, mentre l’altra tiene fermo il bimbo tarantolato sopra il fasciatoio, perché ha il pratico tappo “flip-flop”, e ti pare poco? A me no… dopo aver  fatto rotolare un migliaio di tappi in giro per il bagno e puntualmente esserci salita sopra a piedi scalzi, direi che questa è una rivoluzione!
Apertura flip….
… flop!
Ottima perché non ha un odore intenso. Io aborro gli odori troppo forti.
Ottima perché è veramente efficace, anche nei periodi di arrossamento estremo del sederino, che delle volte diventa talmente rosso, come se Massimo avesse mangiato una doppia porzione di fagioli alla messicana, tanto da sollevarsi da terra ad ogni puzzetta emessa. Nel giro di un paio di applicazioni si vede che le cose migliorano decisamente.

La composizione

L’innovazione sta nel fatto di aver combinato il classico ossido di zinco, all’olio di pesce. Sì, perché è ricco di vitamina A che aiuta a rigenerare rapidamente i tessuti.
Ecco, dopo aver scoperto le mirabolanti imprese che si possono creare con la colla di pesce in cucina, adesso scopro che anche l’olio di pesce ha un non so che di miracoloso.

Stop ai pianti per il dolore procurato da sedere rosso!

Considerate poi, che i bambini piangono anche perchè non sanno manifestare il proprio disturbo, il dolore, o meglio, hanno solo il pianto per farcelo capire. Con il sedere rosso il fastidio è tantissimo, ogni pipì diventa fonte di bruciore, rimanere poi con il bagnato addosso, poi, ancora peggio.
Ecco perchè evitando questa manifestazione, si abbassano notevolmente anche le crisi di pianto, per noi, inspiegate.
Eh, non si finisce mai di imparare… Ah, che c’è? Sì, devo andare, Massimo ha di nuovo fatto la cacca… scappo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *