10 giorni con Babbo Natale

Avete visto il film 10 giorni senza mamma?
Vi siete divertiti guardando le vicende della famiglia, avete riso delle battute e delle scene in cui sicuramente vi sarete rivisti?

Allora anche il film di queste feste: 10 giorni con Babbo Natale vi piacerà sicuramente.

Il sequel di 10 giorni senza mamma

Sono trascorsi due anni da quando abbiamo lasciato il papà Carlo ormai papà a tempo pieno alle prese con i tre figli e le questioni domestiche e mamma Giulia che ha ripreso in mano la propria carriera accantonata con l’arrivo dei figli. Le cose vanno spedite e collaudate e si rivedono i soliti cliché stavolta a ruoli ribaltati: un uomo che si sente tutte le responsabilità e il carico di fatica addosso, ottemperando alle esigenze di tutti e senza avere il riconoscimento che merita, una donna che è costretta a perdersi i migliori momenti di famiglia per essere presente nel lavoro e tenere stretta una carriera lanciatissima.
Una dinamica ormai nota a molti di noi, ma la cosa bella è che qui uno è nei panni dell’altro. E già solo per questo vale la pena guardarlo.

Lo stress amplificato sotto Natale

A tutto questo si aggiunge il periodo di Natale: recite natalizie, casa da addobbare, regali da cercare, cene da preparare, che si sa che il periodo di Natale normalmente non fa che acuire lo stress latente in famiglia.

Giulia e Carlo si rendono conto di essersi allontanati e che forse è meglio prendersi una pausa per cercare di capire il rapporto di coppia, ma rimandano questo momento a dopo Natale, proprio per regalare ai propri figli un ultimo Natale di normalità in famiglia. E per stare insieme Carlo decide di rispolverare il vecchio camper e organizza una traversata per arrivare a da Roma a Stoccolma, tappa necessaria a Giulia per un importante colloquio di lavoro.

Durante questo viaggio, la famiglia ne combina di tutti i colori, fino ad investire letteralmente Babbo Natale. Quello vero. Che viene ovviamente riconosciuto e creduto solo dalla piccola Bianca. Il resto della famiglia è scettico, disilluso, anche un filo irritato.

Ma Babbo Natale la sa lunga, molto lunga. Sa di Tito e della sua letterina, sa del rapporto inesistente ormai tra Giulia e i figli, sa dell’amore che ancora è presente sotto le ceneri della storia tra Giulia e Carlo e fa la magia. La magia di aprire gli occhi di tutti. La magia che ha come colonna sonora “Felicità” di Al Bano e Romina.

Ripuntare il giusto obiettivo è il segreto della magia del Natale

Perchè ritrovare il centro e ripuntare il giusto obiettivo, ovvero la famiglia e l’amore che c’è, è più importante di qualsiasi altra cosa.
Un messaggio positivo e di grande importanza sempre, soprattutto in questo periodo.

Il nuovo film di Natale per tutta la famiglia

10 giorni con Babbo Natale è un film per tutta la famiglia, divertente, allegro, con un pizzico di avventura, condito da scene esilaranti ed equivoci che renderanno la visione accattivante per tutti.
Da non perdere assolutamente.
Il film lo trovate su Amazon Prime Video.

Forse potrebbe anche interessarti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *