Le coincidenze non esistono

Ultimo aggiornamento:

Le coincidenze non esistono, i pianeti non si allineano per puro caso. E, come disse qualcuno che la sapeva lunga, “Dio non gioca a dadi…” non si tratta di casualità. Voi credete al fato? Io no. O per lo meno, diciamo che una mano gliela si deve dare spesso e volentieri: non ti cade nulla in testa se non te lo cerchi.

Queste riflessioni sono state scatenate da quanto mi sta accadendo da quando ho cominciato ad impiegare tempo ed energie nell’organizzazione del nuovo evento di Book crossing presso la sede del Bimbi&Co.

coincidenze

Domani, 7 novembre, il pomeriggio sarà dedicato alla famiglia, ai libri e alle letture. Con la collaborazione di un sacco di persone validissime e mosse dai più disparati motivi, sto realizzando quest’altro mio piccolo sogno.
Vi chiederete: “E questo cosa c’entra con le coincidenze?!
Ve lo dico subito: da quando mi sono buttata a capofitto in questa avventura, con le mie amiche, che assecondano e fomentano le mie follie, tanto da esser diventate anche le loro, ho conosciuto gente, ho stretto rapporti, ho ricevuto suggerimenti, ho avuto intuizioni, ho ricevuto consensi e strette di mano, ho riscontrato fiducia ed entusiasmo. In circostanze differenti, in situazioni che apparentemente erano slegate l’una dall’altra.
Insomma, tutto questo, tutto insieme, nel giro di pochi giorni.

Mandavo mail ad eventuali partner e collaboratori: rispondevano immediatamente accettando. Con entusiasmo.

Telefonavo a persone per chiedere aiuto: rispondevano immediatamente accettando. Con entusiasmo.

Conosco persone tramite catene di amicizie in comune che si uniscono al progetto, che lo rilanciano, che lo arricchiscono.

Insomma, mi si sta aprendo un nuovo mondo, un mondo fatto di rapporti, di volti, di occhi negli occhi, che iniziano dietro ad un monitor e che poi vanno avanti, cementando la stima reciproca, la fiducia, la speranza.
Lungo la mia strada, da qualche settimana a questa parte, si stanno ponendo persone di settori svariati, che in qualche modo c’entrano perfettamente in questo mosaico. E anche per loro si tratta del momento giusto per fare questo tipo di cose, e magari anche per loro è una buona occasione, forse un nuovo inizio, forse una nuova opportunità, o forse il rafforzamento di qualcosa di già forte ed esistente.
Le relazioni umane sono la chiave delle mie coincidenze del periodo attuale.

E come mi ha detto la mia amica Arianna, nel suo delirio di onnipotenza reso possibile da un corso di autostima che ha ultimamente seguito: “No, non sono coincidenze, amica, devi cominciare a pensare che sei brava!
Forse è così. Forse no. Forse è un po’ così e un po’ no. Forse c’è qualcos’altro.

E’ questa la ragnatela che mi si sta tessendo tutto intorno. Potevo pensare che si trattasse di coincidenza, se fosse stata solamente una, ma ora ne sono troppe. Tante. Tutte, direi. Quindi non sono coincidenze.

Tutto si incastra a dovere ma le coincidenze non esistono!

E sono felice, sono felicissima. E anche se non ci guadagno un fico secco, anche se in tanti mi dicono: “Ma chi te lo fa fare?!” (come è stato per questo blog, ormai da anni, e poi per la redazione di Roma de Le Nuove Mamme, e per altre cose…). Posso tranquillamente rispondere adesso che me lo fa fare questa insostenibile leggerezza di felicità che mi procura tutto questo. Questo senso di soddisfazione quando vedo che i tasselli del puzzle piano piano si uniscono a formare un bel quadro. E a quel punto mi allontano, per osservare meglio, per avere tutto sotto la giusta prospettiva e mi dico: “Mica male, eh!?

Tutto accade per un qualche motivo preciso, magari non visibile immediatamente: forse sto trovando un posto nel mio mondo, un senso al tanto passeggiare in rete… forse. Ed è bello.

Se volete passare a vedere di cosa si tratta e a salutarmi, sarò felice di prendere un caffè insieme, così mi dite anche la vostra!
Dalle 16.30 al Bimbi&Co, in via del Serafico 1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *