LaRedoute

La La Land: dedicato ai folli e ai sognatori

Una manciata di note, due sguardi che si incrociano, due vite, due sogni grandi e ambiziosi, due talenti, due modi di essere fuori dalle righe, due intensi animi che si nutrono di bellezza.

Sono loro, la coppia protagonista di La La Land, il musical che resuscita il jazz.

la-la-land-musical

La La Land – La storia

Ryan Gosling interpreta un giovane pianista, Sebastian, appassionato ed esperto di jazz. Lui interpreta e compone. Lui vede nel jazz ciò che gli altri non colgono o hanno completamente perso. Lui vuole farlo rinascere. Il suo grande sogno è di aprire un locale tutto suo dove dare spazio ai musicisti veri, quelli che sentono scorrere il jazz nel sangue, quelli che lo vivono e che lo capiscono, quelli che ne veicolano la potenza ed il vero significato attraverso l’abilità delle proprie mani. E l’incanto è immediato, se si viene traghettati da questi maestri della musica: il jazz diventa per tutti, il jazz diventa comprensibile e apprezzabile anche ad orecchie non avvezze a quel genere di musica.

ryan-gosling-la-la-land

Come puoi essere un rivoluzionario se sei così tradizionalista!?

Esattamente come è capitato ad Emma Stone, che interpreta Mia, un’aspirante attrice. Dopo centinaia di provini e di “le faremo sapere”, capisce, grazie a lui, che la sua strada è quella della scrittura e mette in scena un monologo tutto suo, accollandosi tutte le spese del caso, per realizzare il suo sogno.

Chi se ne importa della gente!

emma-stone-la-la-land

I due si incontrano e si scoprono. Il loro rapporto è fatto di momenti molto divertenti e di tanta, tantissima condivisione di ideali e di sogni. Uno crede nel valore dell’altra. Grande fiducia e stima reciproca sono le fondamenta del loro amore. Sembrerebbe tutto perfetto…

Inutile dire che non andrà tutto liscio come entrambi vorrebbero. Inutile dire che non sempre saranno fedeli al proprio sogno e forse prenderanno a volte una strada diversa, pensando che con la maturità si debba necessariamente volare bassi, o addirittura, rinunciare ai sogni.
Inutile dire che le cose non accadono sempre al momento giusto e al posto giusto e soprattutto, non accadono sempre con la persona giusta.

A volte ci si trova a vivere un istante di vita con una persona che non dovrebbe essere lì in quel momento, ma che sarebbe stata perfetta un istante dopo. Oppure ci si trova a pensare “E se le cose fossero andate diversamente? Come sarebbe ora la mia vita?”

La La Land – ATTENZIONE SPOILER!!!!

Ecco. Di sicuro, non saremmo le persone che siamo ora. Non avremmo fatto le cose che siamo riusciti a fare.
E questo accade ai nostri protagonisti: uno è l’artefice della realizzazione del sogno dell’altro. Ma le loro storie profondamente fuse, si allontanano al tempo stesso irrimediabilmente, con la consapevolezza che sempre, sempre, si apparterranno.

——->Fine spoiler!

Una storia d’amore appassionato e godibilissimo, anche per un pubblico giovanissimo.

la-la-land-musical-stone-gosling

Tutto viene accompagnato da musiche fantastiche, che rimarranno nella testa per un po’.  Un bel po’
Musiche capaci di far danzare il proprio animo e alleggerirlo semplicemente ascoltando un accordo iniziale.
Un musical che rievoca quelli vecchi che vedevo seduta in poltrona con mio padre, quelli con Fred Astaire o Rita Hayworth, quelli in cui lei viene fatta volteggiare leggiadra tra le sicure braccia di lui.
Sono tanti i riferimenti a quei vecchi film, a partire dall’ambientazione (gli Studios di Los Angeles, sono la casa di quei musical anni ’60) e poi i costumi e le coreografie e le musiche.
Tutto riporta in quegli anni fantastici.
Ho adorato dalla prima all’ultima nota, dal primo all’ultimo volteggio.

Il jazz rivive in questo musical. Hollywood rivive in questo musical.

La La Land: da vedere al cinema!

Vi suggerisco di godervelo col cuore leggero, di guardarlo al cinema e di gioire su ogni nota.
Si esce dalla sala accennando qualche passo di tip tap… o qualcosa del genere!

Previous Post Next Post

You Might Also Like

desigual

2 Comments

  • Reply Mamma avvocato 12 febbraio 2017 at 8:07

    Un musical al cinema? Molto particolare! Io non sono un’amante di questo genere ma mi piace il jazz. Hanno scelto attori mica male eh?

    • Reply Micaela 13 febbraio 2017 at 8:51

      Attori azzeccatissimi.
      Musica azzeccatissima.
      Storia azzeccatissima.
      E al cinema è azzeccatissimo!

    Leave a Reply