Merenda con la frittata con la nutella

Altro che bacche di ginepro e miglio decorticato, insaporito con salsa si soya sciapa, su un letto di chiodi di garofano e in ginocchio sulla crema di ceci, con di traverso una bacca de goji! … qui si mangia roba seria, robina di un certo livello… fatta in casa e di uno squisito disarmante!
Le crèpes con la nutella.
O meglio: le frittate con la nutella, come dice Melania.

Frittata con la nutella: e passa la paura!

L’altro pomeriggio ci ha fatto questa sorpresa la panzuta Mariolla, portando con se l’impasto già pronto delle crepes, fatto dalle sue belle manine, la farcitura di nutella, le padelle, la spatola, lo zucchero a velo… insomma, tutto l’occorrente per la merenda.

E’ stato un momento allegro e divertente, in cucina c’era un assembramento di gente che nemmeno all’ingresso della città sulla A24 nelle ore di punta.

L’impasto era di un liscio da fare invidia anche all’estetista più esperta in ceretta.

Latte, uova e un po’ di farina. Nient’altro. Ma come era buono!
Il latte era col lattosio, la farina era fatta con tutto il grano e l’uovo aveva sia il bianco e sia il rosso (almeno credo).
C’era tutto.
Ecco perchè era così buono, no!?

E a condire il tutto, ha pure spalmato un buono strato di nutella.
Della goduriosa, allapposa, grassosa nutella.
Sì.
Melania si è letteralmente leccata i baffi ed ha voluto spolverare a modo suo lo zucchero a velo sulla sua frittata con la nutella… e dopo averla spolverata per bene, lo zucchero rimasto nel colino, giustamente, l’ha riversato a montarozzo sulla crepes… non ho fatto in tempo a fermarla! Che la possino!

Sofia e Miriam hanno schifato la cosa, anzi, ci hanno guardate un po’ schifate, dal momento che a loro non piacciono le crepes nè, tantomeno, la nutella… forse con loro si potrebbe provare a fare la torta senza uova, zucchero, farina e burro e vedere se incontra i loro gusti.
Quando si dice de gustibus, no!?!

Comunque, sono dell’avviso che: se devi fà merenda, meglio che la fai bene… sennò si preferisce bere un bicchiere d’acqua salutarissimo e insapore, piuttosto che tanti altri intrugli e merendine con la consistenza del polisterolo, che vantano benefici miracolosi, ma che sono di un disgustoso e che ti lasciano pure con un certo senso di frustrazione: “Ma che me sto a mangià!? Mangime per gli uccelli o cosa?!?”
Tiè.
Alla faccia di chi ci vuole male… e di chi sta a spiluccà lupini ora!

2 commenti

  1. MMMMAZZA che fame che mi hai messo….

  2. Piuttosto che merendine, anche io vado molto di nutella con le Gnome!
    Piada, schiacciata, pane, cracker, quello che c’è!
    Figurati che ci faccio anche la crostata!
    Tanto loro sono magrine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *