Le polpette di pesce che spariscono

E lo so, non sono stata molto prolissa in questi giorni, ma avere a che fare con tre bimbi piccoli in casa, con scuole chiuse e tutto il resto, non è facile, eh!!!
Meno male che, presi dal senso di pietà nei miei confronti, ogni tanto son passati i vari nonni a tenere occupate le bimbe e a sollevarmi di qualche incarico…
Se non mi fossi fatta la doccia ieri, l’ultima risaliva all’anno scorso… ed ho detto tutto!!!!

Vabbè, questo post sta prendendo una piega che non mi piace, raddrizziamo il tiro.
Dicevamo, sì, le polpette di pesce.
Miriam e Melania ne hanno mangiate a vagonate e… anche io!
Sono comode da preparare, da mangiare e non ci sono spine e spinette antipatiche!
Ottime per un aperitivo al buffet, per un secondo con i bimbi…
E’ uno dei cavalli di battaglia della nonna Gabry, che quando sa che andiamo da lei a mangiare, ce le prepara con tanto amore… e anche perchè sa che io il pesce non ho tanto modo di prepararlo (disgraziata me per questo!).

Povere polpette, hanno dovuto subire l’assalto di un piccolo squalo dagli occhi blu…
guardare le immagini, spaventose, per credere!

Ricetta delle polpette di pesce che spariscono un po’ da sole e un po’ no!

Ingredienti x 5 persone:
700g di filetti di pesce (persico, merluzzo, gallinella, …)
2 uova
2 fette di pane raffermo
parmigiano grattuggiato (tanto)
1 cucchiaio di dado vegetale (altrimenti odori vari e sale)
olio per friggere (altrimenti cuocerle in forno)
prezzemolo
pan grattato

Procedimento
Lessare i filetti di pesce in acqua in cui è stato sciolto il dado vegetale.
Una volta cotto il pesce, scolarlo, sminuzzarlo con le mani e riporlo in una ciotola capiente.
Qui procedere alla preparazione dell’impasto per le polpette normalmente, come se fossero quelle di carne, aggiungendoci il pane ammollato, le uova, il parmigiano e il prezzemolo sminuzzato.
Fare le palline e rotolarle nel pan grattato, dopo di che, friggerle in olio bollente per qualche minuto.
Servire calde…
mmmmmmmmmmmmmm

Ecco il vassoio, ben allestito dalla nonna, sul piano di lavoro
Ecco lo squalo Melania che si avvicina alla preda
Lo squalo Melania annusa la preda
Lo squalo Melania tira fuori la lingua per assaggiare la preda
Un dettaglio della preda, prima di finire sbranata…

4 commenti

  1. Buone!!! Io adoro le polpette di pesce!

  2. mamma che bella faccia che hanno!

  3. Noi pure le facciamo e ci piacciono tantissimo… ma non le friggiamo!!!

    1. c’avrei scommesso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *