Come fare la palla di vetro con la neve

Un classico lavoretto nel periodo invernale e soprattutto in preparazione al Natale, è la realizzazione della palla di vetro con la neve. La trovo sempre molto affascinante e rilassante. La osserverei per ore. Forse ha ragione Maria Montessori, mica a caso.

Inoltre, questa è un’attività da fare insieme ai bambini, quando ci sono quei pomeriggi lenti e caldi in casa, è bello trascorrere del tempo insieme, facendo cose costruttive, divertenti, creando e sperimentando. Noi si torna un po’ bambini, e loro si sentono più soddisfatti e partecipi se giocano con mamma e papà.

Giochiamo insieme, ma…

Spesso i nostri figli ci chiedono di giocare insieme a loro, ed è bene ogni tanto cogliere la palla al balzo e spezzare la routine approfittando di un po’ di tempo in cui molliamo tutte le solite incombenze e ci dedichiamo a qualcosa che piace anche a noi fare, con loro.

Non dobbiamo sentirlo come un obbligo, i bambini avvertono il nostro stato d’animo, più di quanto possiamo immaginare: loro sentono le emozioni più di pancia che di testa, quindi se non siamo ben disposti a questo momento di condivisione e ci forziamo ad esserci, loro lo sanno e non va bene, per nessuno dei presenti. A quel punto, meglio dirlo apertamente e mettere al corrente i bambini che “mamma (o papà) ora ha da fare altro… è stanca… ci sono altre cose da fare, giocheremo insieme un altro momento”. La vita è così. Ci sono momenti diversi, per fare cose diverse. Ci sono situazioni giuste ed altre no in momenti e luoghi opportuni. Ed è giusto che sia così.
Sono fermamente convinta della separazione netta dei ruoli soprattutto tra genitori e figli. Ed è anche giusto che i figli imparino a rispettare tempi, luoghi e stati d’animo degli adulti. Che non sempre deve essere tutto “sì, ora e subito!“.

Abbiamo imparato a fare la palla di vetro con la neve

Ad un laboratorio per bambini abbiamo finalmente imparato a fare la palla di vetro con la neve da soli e siamo rimasti sbalorditi dal risultato!
Non l’avrei mai immaginato che potesse essere così semplice realizzare la palla con la neve!
Ascoltate bene.

giochiamo insieme kinder roma

Come fare la palla di vetro con la neve

Occorrente:

  • 1 barattolo non troppo grande, di vetro, con il proprio coperchio
  • 1 pupazzetto a tema da mettere dentro (un babbo natale, un pupazzo di neve, una slitta, …)
  • acqua
  • glicerina
  • brillantini colorati
  • colla a caldo

Procedimento:

Incollare il pupazzetto sul tappo

Per prima cosa, incollare il pupazzetto scelto sul tappo del barattolo, utilizzando la colla a caldo e farlo ben asciugare.

palla di vetro con la neve

Riempire il barattolo con la miscela di liquidi

Nel frattempo, riempire per 3/4 il barattolo con dell’acqua, versarci poi per l’altro 1/4 la glicerina, mescolare bene con un cucchiaino.
A questo punto, aggiungere i brillantini (un bel po’!) e mescolare di nuovo.

palla di vetro con la neve2

Richiudere il tappo

Quando la colla che tiene il pupazzetto sul tappo del barattolo è ben asciutta (deve essere PERFETTAMENTE asciutta), si può richiudere il barattolo ben stretto. Sigillarlo ora, tutto intorno, con un giro di colla a caldo.
Non capovolgere subito il barattolo, ma aspettare che il giro di colla che deve sigillare ermeticamente il barattolo, sia ben asciutta.
Fate attenzione a non mettere troppa colla a caldo per fissare il barattolo, altrimenti non si richiude bene e si rischia che qualche goccia di liquido fuoriesca.

La palla di vetro con la neve è pronta… magia completata!

palla di vetro con la neve1

Dato che si tratta di un lavoretto in cui si maneggia vetro, colla a caldo e liquidi, è necessaria la presenza di un adulto… quindi… “Mamma, papà… giochiamo insieme?
E ci siamo divertiti un mondo!
Ora le tre palle di vetro con la neve e i loro pupazzetti incantati, sono in bella vista nel salone e i bambini ne vanno fierissimi!

La galleria di palle di vetro con la neve

Provate anche voi e fateci vedere il risultato, sarebbe bello realizzare una galleria di tutte le vostre creazioni, che ne dite?
Vi aspetto sulla mia pagina facebook, dove posterò le foto che mi arrivano.

Forse potrebbe anche interessarti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *