La direttrice: insolita serie tv sul mondo accademico

La direttrice è una serie tv Netflix uscita in agosto 2021.
Si tratta di una miniserie che scivola via piacevole. La protagonista indiscussa e ineguagliabile è Sandra Oh, indimenticabile nel suo ruolo di Cristina Young in Grey’s Anatomy.

Una grandiosa Sandra Oh nella serie tv La direttrice

Ambientata nel mondo accademico di una prestigiosa università americana alle prese con la modernizzazione e i nuovi temi che sollevano gli animi dei giovani universitari, diventa direttrice del dipartimento di letteratura inglese una giovane donna di origini asiatiche. E’ un vero smacco per i grandi professoroni con i capelli bianchi e di vecchio stampo.

Coniugare tradizione e modernità

Infatti questo è uno dei dipartimenti dove quasi tutti gli insegnanti (per lo più uomini), sono avanti con gli anni e pochissimi di loro sono al passo con i tempi ed hanno voglia di farlo. Accettare l’evolversi dei tempi è spesso difficile.
Alla professoressa Ji-Yoom tocca l’arduo compito di traghettare tutta questa antica polvere nel XXI secolo, cercando di non perdere di vista l’inestimabile valore del sapere di questi professionisti, ma al contempo di renderlo fruibile dalle nuove generazioni.
E sullo sfondo ci sono gli investitori, che badano solo al numero degli iscritti, al numero dei corsi e vedono l’università come un vero e proprio prodotto da vendere.

La vita di una mamma single in carriera

Il tutto è accompagnato dalla vita di mamma adottiva single, in carriera, che non si sente mai adeguata nel proprio ruolo, se non quando si trova ad insegnare in aula.
Ad accompagnarla ci sono volti che diventano ben presto molto caratteristici e che le fanno da spalla egregiamente, dando ritmo sempre diverso alla storia: umorismo, satira, romance, commedia… C’è un pizzico di tutto molto ben dosato.

Non esiste serie tv come questa de La Direttrice in cui si esplora così da vicino la dinamica universitaria dal punto di vista dei docenti e della propria economia. Interessante e divertente allo stesso tempo.

Insomma, un prodotto assai valido, che intrattiene senza stufare o strafare.
Sono solo 6 episodi di circa mezzora ciascuno: è un piacere guardarli.

Amavo già parecchio Sandra, ora è diventata il mio mito.

L’avete già vista? La vedrete?

Forse potrebbe anche interessarti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *