Dalla nutrizionista: inizio di un nuovo capitolo

Ultimo aggiornamento:

Ecco che sono arrivata a questo punto della mia vita (come in un altro paio di occasioni) in cui ho deciso di chiedere aiuto: sono in cura dalla nutrizionista, ho ricevuto il piano alimentare (“Attenzione, non la chiami dieta!”) per le prime due settimane.
In pratica devo abbinare i cibi in maniera opportuna, non devo strafare e devo pensare alla mia salute. Sembra scontato e facile a dirsi, ma per una come me, che vede lo stare a tavola come uno dei pochi piaceri assoluti della vita, vi assicuro che non è affatto facile.
Il cibo da sempre è stata una droga per me, ma ora non posso più permettermelo.

dalla nutrizionista

Con questo nuovo tenore alimentare, sono ai primissimi giorni e la fase “down” emotiva, la sto combattendo impegnandomi in tutt’altro: casa, figli, faccende… non voglio soffermarmi a pensare a quanto sia drastica per me, che spesso mi piaceva pranzare fuori casa, mangiarmi un gelato volentieri con i bambini, insomma, godermela senza stare a pensare troppo alle conseguenze. Ma queste conseguenze cominciano ad indolenzirmi le ginocchia e questo mi spaventa un po’. Sono troppo giovane per rinunciare a correre!

Ho provato a fare da sola, dandomi delle regole blande e aumentando l’attività fisica, un po’ ha funzionato, ma non basta.
Quindi eccomi qui che lo dichiaro al mondo intero: vado dalla nutrizionista. E mo’ si fa sul serio!
Eccomi qui, con bilancetta per pesare gli alimenti (che forse è proprio questo ciò che considero la rogna in assoluto quando si tratta di dieta piano alimentare!).
Analizziamo la situazione con i pro e i contro.
Iniziamo con i contro, cosa non mi piace affatto della dieta piano alimentare:

  • Pesare gli alimenti
  • Poco condimento
  • Non poter mangiare fuori come prima
  • Non gratificarmi con il cibo
  • Devo imparare a fare la spesa senza sprecare cibo

Pro:

  • Compro più frutta e verdura e la cosa fa bene a tutta la famiglia
  • Evito le emicranie per eccesso di grassi/vino/cioccolata, etc…
  • Risparmio soldi non andando a pranzo e/o cena fuori
  • Mi gratificherò rinnovandomi il guardaroba al momento opportuno
  • Sono un buon modello di stile alimentare per i miei figli
  • Potrò ricominciare a correre, senza sentire dolore alle ginocchia, il che è stata la vera molla che mi ha fatto capire che da sola non ce l’avrei fatta

Usando quella stessa bilancetta con cui peso i cibi, secondo voi pesano di più i pro o i contro?
Aggiorniamoci tra poco più di una settimana. Vi racconterò come stanno andando le cose. E vi autorizzo a bacchettarmi se vedete che sgarro!
Gli amici si vedono nel momento del bisogno, no?

Forse potrebbe anche interessarti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *