Come superare l’esame Cambridge: caso studio kids&us

Come superare l’esame Cambridge di inglese? Cosa bisogna fare?
Ma soprattutto: perché va sostenuto?
L’esame di lingua inglese Cambridge fornisce la certificazione delle conoscenza della lingua per poter attestare con ufficialità il livello di apprendimento e pratica dell’inglese

A cosa serve il Cambridge Certificate?

Gli esami Cambridge sono riconosciuti in più di 25000 università in tutto il mondo. La certificazione Cambridge può aprire porte importanti ad un livello di educazione superiore, perché è riconosciuta oggettivamente in gran parte del mondo. Questo significa: maggiori opportunità nello studio e poi, successivamente, nel mondo del lavoro.

Come superare l’esame Cambridge: come ci si prepara?

Per superare l’esame, che è composto di tre fasi (listening, writing, speaking), è necessario studiare molto, praticare tanto e ascoltare tantissimo, anzi, di più.
Esiste un metodo più efficace di un altro per imparare correttamente l’inglese? Il Cambridge Assessment English sta effettuando degli studi statistici, nel corso degli anni, proprio sugli studenti che di volta in volta conseguono la certificazione.

Il caso studio del Cambridge Assessment English: il metodo Kids&Us

Il Cambridge Assessment English ha condotto uno studio che verificasse l’adeguatezza dei livelli di inglese di alcuni dei propri corsi rispetto ai corrispondenti livelli del Quadro comune europeo di riferimento (QCER). In particolare, al termine dell’anno scolastico 2018-2019, è stata condotta una ricerca tra tutti gli studenti che hanno sostenuto l’esame per conseguire la certificazione e la loro provenienza, per notare se esiste una correlazione tra il nuovo metodo di insegnamento della scuola Kids&Us ed il superamento con successo dell’esame.

Gli ottimi risultati in fase di listening

Lo studio ha riscontrato che la gran parte degli studenti della Kids&Us ha superato (in alcuni casi anche con eccellenti risultati) l’esame, soprattutto per quanto riguarda la parte di ascolto. Quindi il metodo “natural english” adottato dalla scuola di inglese ormai da diversi anni, ha dimostrato funzionare perfettamente.

Il prossimo step, per quel che riguarda la ricerca, è trovare un modo per allineare tale successo nella fase di ascolto, in altrettanto esito positivo nelle altre due fasi di scrittura e parlato. Qui entrano in gioco altre competenze trasversali dell’alunno, che non sono così istintive come l’ascolto.

Per approfondire e per leggere la ricerca: https://www.cambridgeenglish.org/images/544534-kids-us-case-study.pdf

Per informazioni ed iscrizioni alla scuola di inglese del case study riportato: https://roma_eur.kidsandus.it/it/

Forse potrebbe anche interessarti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *