Sicurezza anticovid a scuola di inglese

Piano piano stiamo ritornando alle solite attività, ci si incontra con facce amiche, si riprendono le vecchie abitudini e speriamo che il covid sia solo qualcosa che non ci limiti più come fino a qualche mese fa.
La scuola è ricominciata in mezzo a milioni di polemiche e lamentele, sono ricominciate anche le attività extra scolastiche, come lo sport e altri corsi pomeridiani.

La scuola di inglese

Tra questi c’è il corso di Inglese che Massimo frequenta alla scuola Kids&Us di Roma Eur.
Sono stata contattata dalla segreteria e sono stata informata che i corsi sarebbero ricominciati e non nascondo la felicità estrema nell’apprendere questo, vuol dire che davvero si può riprendere a vivere, un passo alla volta.

Ma non nascondo nemmeno le mie (tante) perplessità: come si fa ad insegnare una nuova lingua a dei bambini tenendo addosso le mascherine? Come la mettiamo con il movimento della lingua e delle labbra, che è fondamentale?
E poi: come facciamo con quelle aule così piccole? E quelle povere insegnanti a contatto con bambini di ogni età (in questa scuola si parte dall’anno di età in su, proprio perché il metodo è il Natural English).
Insomma, di dubbi ne avevo a vagonate e di più. Come sempre.

Come se mi avessero letto nella mente, o forse hanno soltanto interpretato il mio stato d’animo, (o più semplicemente sono obbligati a farlo),mi hanno prontamente inviato una mail con tutto il protocollo di sicurezza adottato e concordato.
E lì ho tirato un bel sospiro di sollievo.
Un gran sollievo.

Vi racconto nel dettaglio il protocollo di sicurezza anticovid nella scuola Kids&Us.

Norme di sicurezza

Entrata ed uscita dalla scuola

La scuola di Kids&Us di Roma Eur, si trova in Viale Pasteur, all’interno di un condominio. Quindi potete immaginare il via vai per le scale per entrare e uscire nei cambi dell’ora. Per evitare tutto questo andirivieni ed il sostare nell’androne del palazzo, le insegnanti vengono a prendere direttamente fuori i bambini e se li portano dentro l’edificio loro stesse. E lo stesso fanno all’uscita. Quindi niente più citofonate per noi genitori e niente più disturbo arrecato all’intero condominio.

La Safety Zone

All’entrata della scuola è stata allestita una safety zone dove è prevista la misurazione della temperatura corporea in ingresso, mediante termometri “senza contatto”, l’igienizzazione delle mani e la pulizia delle scarpe su speciali tappetini sanificanti.
Le stesse procedure sono adottate da tutto il personale scolastico.

I test sierologici periodici al personale scolastico

Le insegnanti e tutto lo staff, inoltre, seguirà un protocollo sanitario Covid Free che prevede test (“tampone” e “sierologico”) pianificati
nel corso di tutto l’anno scolastico.

L’uso della mascherina

La mascherina verrà indossata dagli studenti più grandi di sei anni durante le procedure di entrata, di uscita e di utilizzo dei servizi sanitari. Non sarà necessario utilizzare la mascherina in aula, poiché la predisposizione della scuola è stata modificata, inserendo nelle classi dei banchi singoli che garantiranno la distanza di un metro tra gli alunni.
Le insegnanti indossano visiere in plexiglas, per permettere ai bambini di
osservare il movimento delle labbra, fondamentale per la corretta imitazione della pronuncia.

Igienizzazione degli ambienti

Al cambio di ogni ora le aule verranno areate ed igienizzate. Ed ho visto con i miei occhi che visto che il clima lo permette, l’intera lezione viene fatta tenendo le finestre aperte. Cosa del tutto saggia, a mio avviso, a prescindere da tutto!

No materiale condiviso

Per evitare l’utilizzo di materiale condiviso, i bambini arrivano con lo zainetto fornito di un astuccio con una penna, una matita, una gomma, un temperino e dei colori a scelta tra pennarelli e matite colorate, per compilare il libro degli esercizi.
Il materiale delle lezioni verrà utilizzato solo dalle insegnanti, ma i ragazzi saranno dotati di una speciale bacchetta “magica”, per indicare, durante i diversi giochi, le carte prescelte. Questo nuovo dispositivo verrà consegnato agli alunni e posto direttamente all’interno dello zaino, e sarà fondamentale portarlo a ogni lezione.

Ovviamente il tutto è verificabile e osservabile, previo appuntamento per potersi rendere conto personalmente della situazione, anche se, a mio avviso, non è necessario, data la fiducia che ripongo in questa struttura.

Massimo ha già iniziato ed abbiamo toccato dal vivo i tanti cambiamenti, che non hanno affatto turbato i bambini, che si vedono uscire sorridenti e sereni. E questa è in assoluto la cosa più importante di tutte.

Riponiamo le nostre ansie e affidiamoci a persone esperte e professioniste.

Forse potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *