Elementi di Fisica in Peppa Pig

Ultimo aggiornamento:

No, non sono impazzita. E’ che stavo pensando ad un nuovo argomento per il mio trascuratissimo appuntamento “Maths & Tricks“, sul divano stavano appollaiate le bimbe a godersi l’ennesimo episodio di Peppa Pig e poi ho avuto la folgorazione.
Ci sono elementi base di fisica in qualche episodio di Peppa Pig.
Non ci credete?

In un episodio, credo sia della vecchia serie, Peppa e George hanno paura del temporale. Mamma e Papà Pig poi spiegano come si fa a capire se il temporale sta finendo, spiegando ai piccoli che bisogna contare i secondi che passano da quando vedono il lampo a quando sentono il rumore del tuono, se i secondi di differenza tra i due eventi vanno man mano aumentando, allora significa che il temporale si sta allontanando, al contrario, si sta avvicinando.

Semplice.
Perchè?
Questo è l’esempio lampante (è il caso di dire) che dimostra che la luce viaggia più veloce del suono: si vede prima il lampo e poi si avverte il rumore del suono.
Facendo quindi dei calcoli molto approssimativi e giusto per rendere un attimo l’idea, si può risalire facilmente alla distanza alla quale avviene il fenomeno del fulmine se si fa questa considerazione: se cade un fulmine a 1Km di distanza da me, il suo bagliore lo vedrei immediatamente, mentre il suono del tuono mi arriverebbe soltanto dopo poco meno di 3 secondi (prendete questo dato per buono, per l’esattezza sarebbero 2.9 secondi, ma fa niente).

Quindi, contando i secondi che intercorrono tra il lampo e il tuono (secondicontati), possiamo calcolare a che distanza (d) è avvenuto il fenomeno, facendo la proporzione:

1km : 3sec = d : secondicontati

da cui:

d = secondicontati/3

e il risultato ci fornisce la distanza in chilometri.
Semplice no?

E poi mi lamento e voglio fare di Peppa Pig soltanto delle succulente salsicce!

2 commenti

  1. ma si, io l’ho sempre sostenuto, quel cartone insegna un mucchio di cose…tipo saltare nelle pozzanghere con le galosce -_-

  2. ok, ma a me il cinema ha lasciato la paura che quando al lampo non segue il tuono sta per iniziare “la guerra dei mondi” 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *