Seconda seduta di logopedia

Ultimo aggiornamento:

Siamo state brave: ci siamo esercitate tanto la scorsa settimana e Miriam è riuscita a trovare la lettera “S” nelle parole che le erano proprio più antipatiche, tanto che prima la ometteva proprio, facendo diventare “cuola” quella che invece era “Scuola”.
Ora la “S” c’è e si sente stentorea.

Un punto per Miriam!

Siamo andate alla seconda seduta.
Ora siamo alla ricerca della “L” in queste parole qui:

Dobbiamo esercitarci scandendo per bene la parola, soffermandoci con enfasi sulla “L” di mezzo facendo ben vedere il movimento della lingua che si ferma sul palato.

Un po’ difficoltoso, ma Miriam ce la sta mettendo tutta!
Oltre a questo, abbiamo lavorato nel mettere in ordine delle sequenze, nel giocare all’indovina le differenze tra immagini simili, nel ricordare i dettagli di alcune figure…
Insomma, 45 minuti veramente intensi, in cui Miriam ha dato il meglio di se, è stata paziente, non si è scoraggiata davanti alle prime difficoltà, è stata attenta e sveglia.

Alla fine, era esausta.
Avevo in programma un’ora di svago insieme da sole io e lei. Ma lei non ce l’ha fatta, mentre eravamo in auto è crollata…
Ecco il sonno della mia piccola guerriera.

3 commenti

  1. Che bella che è!

  2. haha che carina! Ma quanto è’ alta?
    Ultimo post: cosa fai quando non raggiungi un obiettivo? http://mamma-manager.blogspot.it/2013/11/come-ti-comporti-quando-non-raggiungi.html

  3. Cara lei, mi sa che anch’io dovrò portare il mio Matteo dal logopedista proprio non gli vengono la “R” e la “ST” e la “L” la pronuncia solo quando gli va, io ci provo ma mi sa che il mio aiuto non basta, meglio un’esperta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *