Black bottom cupcake: il dolcetto irresistibile

Ho scoperto che esiste una varietà di cupcake davvero particolare, si chiama Black Bottom Cupcake.

Letteralmente significa: tortino col sedere nero… fa ridere, no? Questa definizione rende abbastanza l’idea, perchè il fondo di questo cupcake è di cioccolata, quindi nero, e la parte superiore è bianca.

Detta così, sembrerebbe un banalissimo dolcetto variegato bianco e nero, ma non lo è, o meglio, ha due consistenze diverse, due sapori completamente diversi che però si integrano e si compensano in maniera perfetta.

La parte bianca, infatti, è della stessa consistenza di una cheesecake, perchè è fatta di crema di formaggio cotta, mentre la parte nera è del classico cupcake.

C’è chi ricopre la parte bianca anche con l’impasto nero, rendendo quindi il cuore di questi dolcetti fresco e cremoso, e chi lo lascia a vista. Dipende dai gusti e dalla fantasia, io lo preferisco che si veda.

Ma andiamo direttamente alla ricetta.
Molto semplice, tempi di preparazione: 30 minuti, compreso di cottura.
Non c’è nulla da montare nell’impasto, nulla da aspettare, non c’è lievito e non c’è bisogno di setacciare farine e via discorrendo, insomma, è tutto super facile e veloce!

Ricetta dei black bottom cupcake

Ingredienti

per circa 18 cupcake (li ho fatti piccolini, sono dei bocconcini che si mangiano con 2 morsi…)

Per la parte bianca:

  • 250 g di formaggio cremoso (ho usato il philadelphia)
  • 40g di zucchero
  • 1 uovo

Per la parte nera:

  • 200g di farina 00
  • 200g di zucchero
  • 250 ml di acqua
  • 30g di cacao amaro in polvere
  • 1 cucchiaino raso raso di sale
  • 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 1 cucchiaino di aceto di vino bianco
  • 1 bustina di vanillina (io non ce l’avevo e ne ho fatto a meno… erano buoni lo stesso!)

Procedimento

In una ciotolina, amalgamare la parte bianca, ovvero il formaggio, lo zucchero e l’uovo. Non c’è bisogno di montare niente, basta mescolare bene.
In un’altra ciotola, un po’ più capiente, preparare la parte nera: versare dentro in questo ordine: farina, cacao e zucchero. Mescolarli bene tra loro. A questo punto fare un buco al centro e versarci l’acqua, senza mescolare, aggiungere nella parte dell’acqua il sale, il bicarbonato e l’aceto.
Vedrete che farà una piccola reazione e comincerà a friggere un po’, questi sono i tre ingredienti che sostituiscono il lievito, che non è necessario, dal momento che non serve una lievitazione esagerata, basta quel pizzico che incorpori un minimo di aria per farli leggermente gonfiare durante la cottura.
Ora potete mescolare bene il composto nero e renderlo omogeneo.
Adesso, con l’aiuto di un paio di cucchiai, dovete versare il composto nero dentro le forme (imburrate, oppure dotate di pirottini di carta), per la metà di ciascun bicchierino.
Poi si può passare all’aggiunta dell’impasto bianco, ne basta un cucchiaio scarso sopra il composto nero. Non serve precisione millimetrica, come viene viene.
E’ arrivato quindi il momento di infornare, in forno già caldo a 180° (statico), per circa 20 minuti, ma fate sempre la prova stecchino, infilzandolo nella parte nera del dolcetto, perchè quella bianca risulterà sempre un po’ umida, quindi sarebbe fuorviante.

I black bottom cupcake possono essere serviti così come sono, oppure accompagnati con un po’ di crema pasticcera o panna. Ma già così, sono golosissimi.
Oltre a pensarli come merenda o per la colazione, fatti piccoli piccoli e abbelliti un po’, possono diventare facilmente un dessert. Provateli.
A noi sono piaciuti tantissimo.

Forse potrebbe anche interessarti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *