Manicure a casa: semplicemente perfetta! #LeBeautyCronache

Ultimo aggiornamento:

Il “Baciamano”, che gesto romantico e affascinante! Non credete? Peccato che non si usi più molto spesso. Ma se ci capitasse, non vorremmo avere la mano perfetta? Morbida, delicata e con le unghie in ordine?

foto_1

Ce la possiamo fare, anche da sole: una perfetta manicure a casa come dall’estetista (o quasi!).

Non me ne vorranno le professioniste del settore, che sicuramente danno risultati migliori e professionali, ma per mancanza di tempo e denaro cerco di curare le mie mani da sola.

manicure-a-casa

Rimedi naturali per unghie curate

Il rimedio casalingo per eccellenza per le mani in generale per le cuticole è….rullo di tamburi…OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA! La scoperta dell’acqua calda, lo so, ma vi assicuro che funziona. Per sbiancare…di nuovo rullo di tamburi…succo di limone.

Potete emulsionare olio e limone e lasciare agire sulle unghie per un minutino.

Seguo questa pratica più o meno ogni 20 giorni, quando rimetto lo smalto.

E ora parliamo di smalto.

Da anni ormai uso solo lo smalto semipermanente, anche sui piedi  perché dura almeno una ventina di giorni sulle mani e anche più di un mese sui piedi (una svolta d’estate!)

Certo, l’applicazione iniziale è velocissima se si usa il ONE STEP, mentre più rognosetto è lo smontaggio ma vediamo il procedimento e poi, come per tutte le cose, una volta capito il meccanismo è tutto più semplice.

Lo smalto: quale scegliere?

Prima di tutto: la scelta dello smalto.

Dopo vari esperimenti, trovo che il migliore sia il ONE STEP della Layla con buon rapporto qualità/prezzo e buona durata.

Bocciati: ANIKA, MESAUDA, Christal Nails.

Occorrente per una manicure a casa perfetta!

Attrezzatura necessaria:

Lo smalto semipermanente di questo tipo prevede il solo uso dello smalto (due passate), niente base, niente top coat (l’elemento che sigilla lo smalto e lo rende più lucido). Con questa tipologia si risparmia un bel po’ di tempo e anche denaro.

 

Questi ci serviranno per rimuovere lo smalto.

foto_3

Serve per togliere i residui di smalto

foto_4

foto_5

  • Solvente per smalto semipermanente

foto_6

  1. Dischetti di cotone

Uso i classici dischetti struccanti e li taglio a pezzettini.

  1. Carta alluminio

Serve per non far evaporare il solvente mentre agisce per rimuovere lo smalto.

Come procedere

E adesso vediamo cosa combino!

  1. Togliere lo smalto

Questa è la parte più lunga e fastidiosa, diciamolo. Comunque, prendo un pezzetto di dischetto struccante, lo imbevo nel solvente e lo poggio sull’unghia. Avvolgo poi ogni unghia con l’alluminio.

Aspetto 15 min, poi rimuovo lo smalto con il bastoncino di legno. Tolgo i residui di colore con il mattoncino molto delicatamente per non rovinare l’unghia.

  • Nutrire l’unghia

Prendo un po’ di olio di oliva e lo spalmo sulle unghie e aspetto un minuto. Poi rimuovo l’olio con un fazzolettino e passo un po’ di solvente per sgrassare l’unghia.

foto_7

  • Limare le unghie a piacere

foto_8

  • Stendo lo smalto una prima volta e poi metto la mano sotto la lampada per 120 sec. Poi faccio un’altra passata di smalto e lascio sotto la lampada per altri 120 sec. Bisognerebbe lasciare il pollice a parte, ma per sbrigarmi metto tutta la mano. Io uso il N. 13 della linea One Step di Layla. La durata sotto la lampada dipende però anche dal tipo di lampada usata (oggi ci sono lampade che richiedono anche 30 sec) e dallo smalto.

foto_9

foto_10

Perché ho bocciato le altre marche a favore di Layla? Beh, uno smalto normale dura molto di più senza fare tutta la manfrina dello smontaggio, lampada e bla bla bla. Ho deciso di impiegare circa un’ora per smontaggio e rimontaggio (anche con lo smalto normale non impiegavo meno tempo comunque per farlo asciugare bene) a beneficio di “Nessun pensiero per le mani” per almeno 20 giorni! Altrimenti non vale la pena. ANIKA e Christal Nails si sono letteralmente staccati come foglie il giorno dopo, mentre lo smalto di MESAUDA si è scheggiato già il giorno dopo come un qualsiasi smalto.

Oggi vorrei salutarvi così…

“Me piace da scherzà, me piace de giocà! Perché la vita è un mozzico, è ‘na fiatata, un pizzico. Nun ce pensà! Se pensi troppo sai, la testa si ribella, la faccia te se ‘ngrugna, la fronte te s’aggrotta, la gente poi te scansa e resti tutto solo a rosicà…” (Tratto da Il Marchese del Grillo)

Vally
– Le Beauty Cronache

Se hai domande, curiosità, se vuoi sentire il parere della mamma esperta di makeup, Valentina, scrivi a micaela_l77@yahoo.it e girerò tutte le questioni a Vally che sarà felice di rispondere a tutte!

Forse potrebbe anche interessarti gli altri articoli della rubrica #LeBeautyCronache:

2 commenti

  1. Proverò! Anche se con Mesauda io mi trovo benissimo ma è oggettivamente più lungo come processo 🙂

    1. Brava! Fammi sapere come ti trovi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *