Ant-Man and The Wasp: la famiglia innanzitutto!

Come appassionati Marvel, non potevamo di certo esimerci dal vedere l’ultimo film uscito al cinema: Ant-Man and the Wasp, il seguito del film Ant-Man.

Il seguito di Ant-Man

Per chi non avesse già visto la prima pellicola, suggerisco caldamente di andarla a vedere, anche se il film può essere godibile anche senza conoscenze pregresse, ma di certo è meglio saperne qualcosa, perchè i riferimenti alla precedente storia sono evidenti e sono tantissimi.
Così come è bene sapere cosa sia successo in Infinity War, altrimenti non si riesce a comprendere cosa accade alla fine del film, durante la post credit scene.

Leggi “Cosa è una post credit scene”

Leggi la mia recensione di Avengers: Infinity War

Comunque sia, torniamo al film vero e proprio.

Ant-Man and The Wasp: Dopo Civil War e contemporaneo ad Infinity War

Il film si può collocare, cronologicamente parlando, direttamente dopo gli accadimenti di Civil War: Ant-Man ha partecipato alla battaglia che vede come antagonisti Captain America ed Ironman e dato che non ha rispettato i patti di Sokowia, si ritrova a scontare gli arresti domiciliari.
Ecco, tutto parte da qui.
Il cast del primo Ant-Man è tutto presente e si arricchisce, se possibile, ulteriormente con una stupenda Michelle Pfeiffer.
Presenti Michael Duglas, nei panni del Dr Pym ed Evangeline Lilly, nei panni della figlia Hope, che entrano immediatamente in azione andando diretti da Scott per fargli indossare di nuovo la sua tuta rimpicciolente: i guai che minacciano l’intera umanità ci sono e sono realissimi ed è necessario intervenire (e quando mai?!).


Non solo…
Il dottore e sua figlia, in tutto questo tempo, hanno studiato un modo per riportare indietro la moglie di lui dall’universo quantistico in cui era rimasta intrappolata durante una missione di salvataggio della Terra da una minaccia nucleare.
I loro studi e l’esperienza pregressa di Scott, dimostrano loro che Janet (Michelle Pfeiffer) è ancora viva e sta da qualche parte in un’altra dimensione microscopica.
Sì, perchè circa 30 anni fa, le tute di Ant-Man e di Wasp erano proprio indossate dal Dr Pym e da sua moglie, erano loro i supereroi. Ma un grave incidente accadde all’epoca, che segnò definitivamente la storia della loro famiglia e le scelte successive.

I papà e le figlie

Così come Scott fa di tutto per modellare la propria vita per proteggere e stare vicino a sua figlia piccola, allo stesso modo il Dr Pym cerca di proteggere Hope, evitandole di infilarsi in missioni impossibili e tenendole nascosta la vera storia della scomparsa di sua madre, che sarebbe stata troppo dolorosa e difficile da comprendere per una ragazzina.
Il film ruota, infatti, attorno a questo rapporto padre-figlia, al quale sono particolarmente sensibile…
Ruota attorno alla famiglia, a diversi tipi di famiglia: quella allargata, quella tradizionale, quella con un papà adottivo, ma tutte hanno in comune una cosa sola: l’amore.

Tanti personaggi divertenti

Fantastici sono i personaggi a latere della storia: la banda di debosciati con cui fa combriccola Scott sono spassosissimi, degno di gran menzione è Luis, un gran casinista ma, guarda caso, è sempre lui l’asso nella manica nel momento del bisogno!


E i cattivi? Ce ne sono diversi, sotto angolazioni diverse… che poi, non proprio tutti sono cattivi come sembrano all’inizio.

Film per tutta la famiglia

Un bel film, da vedere tutti insieme, non ci sono particolari ammonimenti se vederlo o meno con i bimbi piccoli, anzi, è fruibilissimo da tutti. Poco combattimento, tante risate, azione, bei sentimenti, il mondo degli insetti… insomma, di componenti per piacere, ci sono!

E nella scena ultima di Ant-Man and the Wasp, dopo la fine del film, si vede che… beh, non posso svelarvelo, no? Andatelo a vedere!

Forse potrebbe interessarti anche:

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply