Come ricavare un angolo dedicato al bricolage in pochi passi!

Ultimo aggiornamento:

Se il fai-da-te è la vostra passione, se ogni giorno siete a caccia di nuove idee per creare qualcosa dove prima c’erano solo oggetti di scarto, se dove le persone vedono della semplice spazzatura voi riuscite a vedere un nuovo complemento d’arredo per casa, ecco che queste righe fanno per voi. Insieme scopriremo quali sono gli elementi irrinunciabili per il nostro angolo dedicato al bricolage, cercheremo di capire se abbiamo tutto ciò che serve per affrontare ogni nuova sfida che siti come Pinterest potrebbero presentarci: nuove cornici in legno, sedie originali costruite partendo da materiali di scarto o un nuovo tavolo per la cucina.

Angolo bricolage passo passo

Restate sintonizzati su questa pagina, dunque, pronti a scoprire cosa ci potrebbe servire per l’angolo che, in casa nostra, tutti sanno essere quello dedicato al fai-da-te!

PUNTO PRIMO: POSSEDERE UN ANGOLO

Potrebbe sembrare scontato, ma non lo è: per prima cosa cercate di adibire una zona particolare a luogo prediletto per il bricolage. Vi aiuterà a tenere la mente sgombra mentre lavorate, perché non avrete in mezzo altri oggetti che nulla hanno a che vedere con la vostra attività. Non esiste miglior alleato di una mente concentrata e più il vostro angolo sarà “pulito” meglio riuscirete a mantenere il focus sul vostro obiettivo: creare!

PUNTO SECONDO: LUCE

Altro questione che potrebbe apparire banale, ma non lo è: avere tanta luce naturale vi aiuterà a vedere meglio le azioni, spesso delicate, che state compiendo, senza sforzare gli occhi e rischiare di farvi male mentre armeggiate con oggetti appuntiti, oppure molto caldi, o ancora molto taglienti. Scegliete uno spazio che sia vicino alla finestra e non esitate a integrarlo con luci artificiali adeguate.

PUNTO TERZO: ATTREZZATURA

Ora che abbiamo il nostro spazio e un bel po’ di luce, passiamo a una parte che potrebbe rivelarsi assai divertente: fare l’inventario degli strumenti di base. 

  • Forbici molto taglienti, meglio se di diverse dimensioni
  • Cacciaviti e chiavi inglesi (anche questi sarebbe meglio averne di più misure, acquistando magari un pratico set)
  • Un martello
  • Carta, cartone, cartoncino (bianchi e colorati)
  • Colla. Tanta colla in varie forme: semplici tubetti, a presa ultra rapida, stick per pistola a caldo
  • Ovviamente, una pistola per la colla a caldo: un accessorio davvero indispensabile
  • Una base di materiale per il vostro principale progetto: se lavorate con la lana, assicuratevi di avere tante scorte di filato, se col legno, almeno un bancale e via discorrendo con tutto ciò che potrebbe venirvi l’ispirazione di usare

PUNTO QUARTO (FONDAMENTALE!): UN PIANO D’APPOGGIO ROBUSTO E SPAZIOSO

Non mettiamoci a lavorare su tavoli in cristallo o in legno pregiato, a meno che non abbiamo una copertura assai sicura con la quale rivestirli (ma sarebbe comunque meglio evitare). Procuriamoci un piano d’appoggio stabile e robusto, così da non doverci preoccupare se qualche attrezzo dovesse caderci sopra. Altro consiglio: manteniamolo ordinato. Niente come il disordine è in grado di farci perdere tempo e concentrazione!

Speriamo che questi consigli vi siano tornati utili per avventurarvi nel mondo del fai-da-te: non ci resta altro da fare se non augurarvi un buon lavoro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *