Al Luneur Park sicurezza e divertimento

Ultimo aggiornamento:

Abbiamo bisogno di ricominciare a vivere, a divertirci e a riappropriarci dei luoghi a noi cari e uno di questi è il Luneur Park.

Abbiamo bisogno di una giornata al Luneur Park

Per noi, un luogo imprescindibile in estate è proprio il Luneur Park. Agognavamo di tornarci anche quest’anno e durante il lungo periodo di lockdown spesso ci chiedevamo se sarebbe stato possibile e come.
Abbiamo una tradizione di famiglia da diversi anni a questa parte: le pagelle e la fine dell’anno scolastico si festeggiano al Luneur Park. Doveroso è il giro tutti insieme sulla ruota panoramica e la corsa sul Bruco, sul quale solo io riesco a urlare terrorizzata nemmeno fossi a chissà quali altezze!

Quando la mamma-ansia che è in me alza il livello di allerta

Eravamo davvero desiderosi di tornare e di trascorrere una giornata pensando solo a divertirci, ma non vi nascondo che un pizzico di timore, in quell’angolo ansiogeno della testa di me mamma, c’era eccome. Ho sorriso mascherando la paura del contagio da covid, che ancora ho abbastanza alta, per non preoccupare ulteriormente i bambini, già parecchio provati da lunghi mesi di pressione. Ma ho alzato il livello di attenzione e di precauzioni io stessa, preparandomi a qualsiasi evenienza per andare al Luneur.
In borsa avevo una quantità esagerata di: gel, salviettine igienizzanti, mascherine…
E devo dire che non ce ne è stato affatto bisogno.
Ciò che serve assolutamente è una mascherina ciascuno, a tutto il resto, ci pensano i ragazzi dello staff del parco ed io mamma, più passava il tempo e mi osservavo attorno, e più mi rilassavo.
Sì, avete capito bene: sono riuscita a rilassarmi. E a divertirmi.

Luneur Park coronavirus: le misure adottate

Ingressi al Parco e alla Splash Zone contingentati

Innanzitutto, bisogna acquistare il biglietto online per garantire un numero adeguato di accessi al parco, in modo da non superare la capienza calcolata per le misure di sicurezza sanitaria. E già questo consente di evitare file e folla.
La mamma-ansia che è in me, vi suggerisce di andare nei giorni infrasettimanali per essere ancora più sicuri. Sapete com’è: la prudenza non è mai troppa! E poi, come vi dirò più avanti, ci sono un sacco di buoni motivi per andare in mezzo alla settimana e non nel weekend.

Misurazione della temperatura all’accesso al parco

Dato il momento, è obbligatorio farsi misurare la temperatura corporea all’accesso al parco. Questa è una misura di sicurezza obbligatoria a cui non ci si può sottrarre per il bene di tutti.

Sanificazione di posti occupati

Nella Splash zone, si ha il proprio ombrellone e le proprie sdraio del tutto igienizzate e sanificate. Ho visto con i miei occhi il personale igienizzare tutto quanto una volta che una famiglia si alzava e andava via.
Lo stesso dicasi per i posti occupati sulle giostre: vengono puliti e disinfettati ogni singolo giro. Sempre.
I bagni sono poi sempre puliti ed il sapone ce ne è in abbondanza, giusto per stare tranquilli.

Obbligo di indossare le mascherine

Sempre e senza eccezioni, bisogna indossare per bene la mascherina su tutte le giostre, anche quando si sale sulla ruota panoramica e si arriva fin su in cima, anche quando sulla giostra c’è solo il nostro bambino.
I bambini al di sopra i 6 anni hanno l’obbligo di indossare la mascherina sulle giostre, così come noi genitori, se saliamo con loro.
Nella Splash Zone questo obbligo, ovviamente, non c’è.
Nei bar e nelle aree ristoro non si può accedere senza mascherina.
E devo sottolineare che il personale è particolarmente attento al rispetto di queste regole e fa bene.

Igienizzazione delle mani

Ogni volta che si sale su una giostra, una persona dello staff fa obbligatoriamente igienizzare le mani a chiunque entri, per garantire che si abbia tutti le mani disinfettate. Anche se si fa più di un giro consecutivamente, la regola è tassativa. Come ho già detto: non esistono eccezioni! L’attenzione è altissima.
E i ragazzi del Luneur sono, oltre che precisi, anche molto gentili nei modi, soprattutto con i bambini. Il momento della pulitura delle mani diventa anche divertente per i più piccoli, che poi porgono le manine in automatico, sapendo che non si può fare diversamente!

Con tutta questa sicurezza in più, quanto costa il biglietto?

Ecco, arriviamo al punto. Ci si immagina che con questa sorveglianza aggiuntiva, con tutto il materiale impiegato per garantire pulizia e sicurezza, il numero di accessi limitato, il biglietto sia costosissimo.
E invece no.
Il Luneur Park ha pensato anche a questo ed ha capito che il momento che stiamo vivendo è difficile per tutti, soprattutto per le famiglie. Per questo ha pensato ad un pacchetto promozionale che si chiama proprio: “Promo Ripartiamo“, che prevede il Biglietto Giostre illimitate a 14 euro invece di 23 e per chi volesse cenare dentro il parco, è previsto il biglietto di 20 euro con il menu cena incluso, che è veramente molto conveniente e comodo!
Il biglietto di ingresso è per tutti di 3.50 euro (tranne per i bambini al di sotto degli 80cm di altezza, per cui è gratuito).
Come vi accennavo in precedenza, vi suggerisco caldamente di andare nei giorni in mezzo alla settimana perché si risparmia alla Splash Zone (12.50 euro invece di 15.00 euro del weekend).

Quali sono gli orari?

Il parco apre secondi i seguenti orari:

  • Splash Zone: dalle 10.00 alle 17.00 – tutti i giorni
  • Area Giostre e pizzeria: dalle 17.00 alle 22.00 – tutti i giorni

Abbiamo sperimentato una giornata in tutta sicurezza e divertimento, dove il mio livello di ansia piano piano si è abbassato e sono riuscita a godermi questo momento come non facevo da tanto, ma tanto tempo. E sì, ci voleva proprio.

Se volete avere maggiori dettagli sulla Splash Zone => La piscina al Luneur anche per i più piccoli

Forse potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *