Last Christmas il film per sognare

Ultimo aggiornamento:

Se amate le atmosfere natalizie, i vicoli di Londra più nascosti e pittoreschi, l’aria umida che si respira in quella città, il suo umorismo pungente e sagace, le canzoni di George Michael che fanno da sfondo e le storie d’amore con finale niente affatto scontato, allora è Last Christmas il film perfetto per voi.
Come lo è stato per me.

In un tardo pomeriggio festivo dove la pigrizia la fa da padrona

Sono andata a vederlo in una di quelle serate pigre tra Natale e Capodanno, in cui non riesci a focalizzare quale giorno della settimana sia, quale ora sia e cosa stia accadendo al resto del mondo fuori dalla tua porta, perchè stai così bene accoccolata al calduccio di casa che non ti va di mettere il naso fuori. E fai le cose con lentezza, come se fossi al rallentatore, ancora in pigiama alle 2 del pomeriggio e ancora con il sapore del latte e biscotti appiccicato alle dita.
Insomma, queste sono le mie vacanze di Natale e le sto adorando.

Poi arriva la folgorazione: chiamo un paio di amiche, con le quali ci eravamo ripromesse di andare a vedere Last Christmas il film al cinema proprio in questi giorni e supero questa pigrizia che mi è entrata nelle ossa, tanto da addirittura pettinarmi e truccarmi. Incredibile.

Ovviamente i rispettivi se ne sono ben guardati dall’opporsi a questa decisione, perchè la naturale alternativa sarebbe stata quella di venire loro in persona al cinema e accompagnarci, quindi di buon grado hanno fatto un passo indietro e si sono goduti la serata casalinga con i figli.

Gli ingredienti di Last Christmas il film

Insomma, andiamo. Eravamo preparate: sapevamo che ci sarebbe stata una colonna strepitosa al ritmo degli Wham (anche se le musiche che si riascoltano sono anche quelle di un George Michael successivo, arrivando sino all’album “Ladies and Gentleman”, che ho letteralmente adorato all’epoca, ora e sempre, amen), sapevamo che si sarebbe trattata di una commedia romantica tipica natalizia, del genere di quelle da batticuore adolescenziale che ti fa sognare che l’amore per sempre esiste (ahahahahah! AHAHAHHAHAHAH!).
Quindi SAPEVAMO a cosa saremmo andate incontro.

E diciamo che le aspettative non sono state di certo deluse, ma.
Ma.
C’è effettivamente un ma.
Un ma grosso, direi.
C’è che sullo sfondo delle lucine luccicanti di una Londra affascinante, di due protagonisti giovani e belli, di una storia dal sapore anni ’80, il finale appare niente affatto scontato. Ed esci che forse sì, esiste quel genere di amore che ti entra letteralmente dentro e ti rimane incollato nel petto.
E ti da la forza di trovare chi sei veramente e chi vuoi diventare.
E’ l’amore che si deve avere per se stessi per poterlo poi donare anche agli altri, perchè sì, come dice la protagonista: siamo fortunati ad essere vivi e a poterci aiutare l’uno con l’altro, senza pregiudizi e distinzioni.

Il messaggio più ampio da leggere in Last Christmas

Una storia d’amore che diventa una storia di inclusione e di trasformazione, di accoglienza e di speranza.
Perchè alla fin dei conti, se togli l’amore dal mondo, mi dite cosa rimane?

Un film perfetto per il periodo delle feste e che penso il prossimo anno di proporlo anche alle mie ragazze.

E cantiamo tutti insieme:

Last Christmas
I gave you my heart
but the very next day, you gave it away…

Last Christmas è per bambini?

In sala c’erano diversi ragazzini, con le mamme. Avranno avuto circa 10 anni e suppongo che non si siano affatto annoiati, perchè ci sono diversi momenti in cui si ride pure parecchio. Ecco, direi che da quell’età, questo film, diventa già godibile.

Forse potrebbe interessarti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *