Sulle nuvole: emozioni che vivono nel passato

Last Updated on 31 Luglio 2022 by Micaela

Sulle nuvole è il film che vede l’esordio alla regia di Tommaso Paradiso, già cantautore e frontman dei Thegiornalisti.

La storia si svolge sulle note di una canzone, che è stata famosa ben 15 anni fa e che ha regalato al protagonista, Nic (Marco Cocci), la fama, ma gli ha tolto tutto il resto: dignità, salute e il grande amore della sua vita, gettato alle ortiche per la smania del successo.

A distanza di così tanto tempo, Nic è un totale fallito: ha abbandonato la musica e vive di lavoretti saltuari e nulla più, fino a quando il destino lo riporta a Roma, dove viveva nel periodo del successo e dove aveva vissuto la sua storia con Francesca (Barbara Ronchi).

Qui, non riesce a risollevare le proprie sorti, di nuovo e spreca le minime occasioni che la vita gli ripropone. Afflitto, smarrito, solo e senza un soldo, va a bussare alla porta di Francesca, che nel frattempo è felicemente sposata, con figli e con una splendida carriera in essere.

L’equilibrio viene rotto

L’equilibrio della vita serena e stabile di Francesca viene inevitabilmente sconquassato, nonostante lei sia ferma e centrata.

Tra i due l’intesa è palpabile: basta un’occhiata per capirsi, ogni cosa li circonda diventa un riferimento a loro due, alla loro storia passata: mezze parole, un sorriso, un gesto con le dita, è tutto spontaneo e naturale, nessuna forzatura. Ognuno ritrova frammenti di se’ nell’altro. Come guardarsi ad uno specchio e ritrovare la versione di se’ passata, rivivendo emozioni e strascichi di quella vecchia storia d’amore, epurata dalle sofferenze che poi però tornano a galla, in maniera inevitabile.
La decisione del marito di Francesca di accogliere in casa Nic, è come giocare alla roulette russa: la famiglia potrebbe sgretolarsi sotto i suoi piedi, se ne accorge bene.

Il rimpianto

E poi, l’altro protagonista del film, è il grande rimpianto di Nic che invade la scena per tre quarti di storia e si sente in tutta la sua concretezza, tanto che quella coltre di depressione che lo avvolge, trova la sua spiegazione ai nostri occhi proprio in questo.

Sulle nuvole è un film sulle seconde opportunità

Il film fa leva su quei sentimenti che ciascuno di noi ben conosce: almeno una volta nella vita ci siamo chiesti il fatidico “e se…?”. Una formula nota e che funziona sempre.
Facile quindi empatizzare con i protagonisti, anche se a volte verrebbe di prendere a sberle Nic quando non riesce a stare lontano dall’alcol e si autodistrugge consapevolmente.

La storia racconta della possibilità di avere delle seconde opportunità. Racconta della necessità di avere affianco persone che sorreggano e incoraggino e che credano fortemente in te, per dare la giusta spinta, perchè a volte la paura di sbagliare è talmente tanta che si finisce per sbagliare veramente. Ed è un peccato.

Un film che scivola facile, che tocca punti che infondono nostalgia ma anche speranza, che convincono che se una storia d’amore è finita, un motivo serio ci deve essere stato, altrimenti, sarebbe andata diversamente. O no?

Forse potrebbe anche interessarti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.