Vedova Nera la ricostruzione del personaggio in 10 anni di film Marvel

Dopo più di un decennio di film Marvel, dopo aver visto nascere gli Avengers e aver visto la sconfitta di Thanos, quanto sappiamo di Vedova Nera?
Rimettiamo insieme i pezzi della storia di uno dei personaggi femminili dell’universo Marvel più misteriosi e contorti che ci siano: Natasha Romanoff.

Vedova Nera nei film Marvel

Di lei dobbiamo ricomporre i passaggi salienti della sua vita da un certo punto in poi e possiamo finora fare delle congetture sul suo passato, dal momento che ancora non ci è stato svelato del tutto. Questo infatti accadrà solo con il prossimo film in uscita quest’anno che la Marvel ha in serbo per noi appassionati: Black Widow.
Nel frattempo potremmo dedicarci ad un bel ripasso e a vedere quanto ne sappiamo davvero.

Innanzitutto, Natasha Romanoff è sempre stata interpretata da Scarlett Johansson che nel corso degli anni cambia look e atteggiamento, cambia schieramenti e attitudine, per svelarsi come donna molto sensibile nonostante la sua impenetrabile corazza.

Prima apparizione: Iron Man 2

La sua prima apparizione risale al film Iron-Man 2 (2010), dove viene infiltrata dallo S.H.I.E.L.D. negli uffici della Stark Industries, come segretaria di Tony Stark che, da bravo don giovanni, la nota immediatamente per la sua indiscussa bellezza, avvalorata da quell’alone di mistero che la circonda e dalla sua super efficienza. Perfetta per entrare nel mirino di Tony. Da qui si capisce che lei è un agente segreto che lavora per Nick Fury, abilissima lottatrice e scaltra manipolatrice.
Si rivela essere valida alleata di Tony Stark.

Vedova Nera è un Avenger

In seguito, ritroviamo Natasha in The Avengers (2012), entra nella prima squadra dei vendicatori per combattere Loki e quella specie di serpentoni alieni che invadono New York. Con lei ci sono Thor, Captain America, Hulk, Occhio di Falco e ovviamente Iron Man.
La battaglia di New York ritornerà spesso citata in molti film successivi, anzi, ne rivivremo alcuni istanti anche durante l’ultimo film End Game.
E’ qui che vediamo le sue straordinarie capacità di dissimulazione, soprattutto quando riesce ad ingannare e a far cadere nel suo tranello addirittura il dio dell’inganno Loki, durante un interrogatorio che alla fine lascia a bocca aperta tutti.

The Winter Soldier: l’amicizia con Captain America

Nel soldato di inverno (2014), Natasha combatte al fianco di Captain America e Nick Fury per sconfiggere l’HYDRA che si è nascosta nelle fila dello S.H.I.E.L.D. In questo film vediamo la sua attitudine a non fidarsi mai di alcuno, nemmeno dei suoi amici. Il suo personaggio è tutto il contrario di quanto è invece Steve Rogers: eterno ottimista, capace di fidarsi di tutti, colui che sistema le cose in positivo e che non vede il male ovunque. I due si completano perfettamente e nasce una bella amicizia tra loro.

Anche Natasha ha un cuore: Age of Ultron

Nel film Age of Ultron (2015) Natasha costruisce un rapporto che va più dell’amicizia con Bruce Banner, è l’unica che riesce a calmare Hulk e a farlo ritornare nei suoi panni umani. E’ in questo film che si scopre qualcosa di più sul passato difficile e tormentato di questa donna.
Sappiamo che è cresciuta in una specie di collegio, dove veniva addestrata a sopportare qualsiasi tipo di sforzo fisico, dove il suo corpo ha dovuto subire cambiamenti irreversibili e dolorosi. Sappiamo che per diventare una spia del KGB è questa la strada che ha dovuto percorrere.
E se ne pente, amaramente. Soprattutto perchè vede che nel proprio destino non potrà mai esserci spazio per amore, per famiglia, per normalità. Mai più.

Civil War: prende posizione, ma nemmeno tanto

In Civil War gli Avengers non esistono più come squadra, sono infatti divisi in due fazioni: una ha a capo Tony Stark, questa parte accetta le regole che arrivano dall’alto per essere regolamentati e per contenere gli irreparabili effetti collaterali a seguito delle loro battaglie. L’altra ha a capo Captain America, che invece vuole mantenere la propria autonomia e la propria identità, per non mettere al servizio di alcun potere politico la forza degli Avengers.
Da astuta calcolatrice, Natasha si schiera con Tony, ma non rinnega la sua antica amicizia con Steve Rogers, tanto che è l’unica che comprende il dolore che l’amico prova alla morte della sua Peggy.
E nonostante si schieri al fianco di Tony Stark nella celebre battaglia tra Avengers, aiuta Captain America a fuggire.
In questo film si capisce che c’è un trascorso con Occhio di Falco, durante la lotta i due si scambiano battute ironiche che si riferiscono ad una vecchia battaglia vinta fianco a fianco. Si capisce che c’è un passato oscuro, tutto da scoprire.

Infinity War

In Infinity War (2018), Natasha è costretta a fuggire e a vivere nascosta, il governo americano cerca quegli Avengers che non si erano piegati ai patti scritti che erano stati loro proposti.
Questa fuga cessa come arriva Thanos a minacciare l’universo intero. La squadra di supereroi si riforma ed è più unita che mai ora. Specialmente quando arrivano sino in Wakanda e qui tutte le donne eroine (super e non) si uniscono per combattere e sconfiggere il corrispettivo villain.
Con il fatidico schiocco di dita di Thanos, Natasha è tra i sopravvissuti.

Leggi la mia recensione del film Avengers Infinity War

Captain Marvel: la storia di un’altra eroina

In Captain Marvel (2019) non compare Natasha, se non nella post credit scene, in cui cerca di capire, insieme a Cap e Bruce Banner a chi sia arrivato il segnale di richiesta di aiuto lanciato appena in tempo da Fury prima di dissolversi in cenere.
E’ a questo punto che si incrocia con Captain Marvel.

Leggi la mia recensione del film Captain Marvel

End Game: è proprio la fine

In Avengers End Game (2019) vediamo un crescendo di coraggio, umanità e sacrificio nel personaggio di Natasha, fino all’estrema rinuncia della propria vita per salvare il resto del mondo.
Si oppone a Occhio di Falco e con una mossa abile e molto scaltra lo costringe a non dover sacrificare se stesso, del resto lui ha una famiglia e dei figli che lo aspettano, lei non ha nessuno. Non ha nulla da perdere.
Così si butta dalla rupe in cambio del recupero della Gemma dell’Anima da parte di Burton, che ritorna alla base senza di lei.
La sua non è una delle morti reversibili. Lei muore davvero e non ci sarà modo di trovare uno stratagemma per riportarla in vita.
Il suo è un estremo sacrificio, come quello di Tony Stark.
La sua è una vita alla ricerca di una riscossa dalle sue efferate violenze, una ricerca di una umanità non soltanto trovata, ma sinceramente svelata al mondo intero.

E’ un duro colpo quello di vedere il corpo inerme e senza vita di Vedova Nera in fondo alla rupe. E’ tremendo sapere che la sua storia è al termine. Ma questa fine è il gesto più forte che potesse fare per poter trovare la pace dal suo passato che continua a tormentarla e a non farle trovare una serenità mai conosciuta.
Ed è paradossale che proprio lei, come Tony, senza poteri, senza essere una figura divina, debba prendere la decisione estrema. Verrebbe da dire che gli uomini, quando sono mossi da motivi importanti e con il solo aiuto di grande intelligenza e forte preparazione, sono meglio degli dei e dei superuomini.
Verrebbe da dirlo, no?

Leggi la mia recensione del film End Game

Black Widow 2020: chi è davvero Natasha?

Vedremo ora tutti i dettagli del passato di Natasha. Come è diventata ciò che è? Cosa è successo in questa fantomatica battaglia che viene nominata spesso in cui c’era anche Occhio di Falco?

Articoli e gadget Vedova Nera film Marvel

Tutti i film con Vedova Nera sono disponibili sulla piattaforma streaming Disney+.

Iscriviti a Disney+ per guardare le più belle storie dai mondi Disney, Pixar, Marvel, Star Wars, National Geographic

Forse potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *